Consulenza o Preventivo Gratuito

Lavoratori irregolari: Maxifrode fiscale in Lombardia

del 03/07/2012
di: La Redazione
Lavoratori irregolari: Maxifrode fiscale in Lombardia
La Guardia di finanza di Gallarate ha scoperto una maxifrode fiscale e contributiva da parte di 11 imprenditori, denunciati per aver utilizzato centinaia di lavoratori, formalmente assunti da altre società compiacenti che non pagavano né contributi né imposte, per adempiere alle commesse che si aggiudicavano in tutto il Nord Italia a prezzi naturalmente molto competitivi. La maxifrode contributiva e fiscale, si legge in una nota, ha consentito di individuare oltre 1.400 lavoratori irregolari, scoprire un'evasione per 23 milioni di euro e sequestrare beni per oltre 4 milioni di euro agli imprenditori responsabili della frode.

La frode contributiva e fiscale è stata perpetrata da una società gallaratese operante nel settore rivestimento di pavimenti e muri. La società, per poter adempiere alle tante commesse ottenute nel Nord Italia utilizzava, come fossero propri, lavoratori, prevalentemente extracomunitari, che risultavano formalmente assunti da altre imprese, complici della frode, che sistematicamente omettevano di versare allo stato sia le tasse che le ritenute previdenziali e contributive.

vota