Consulenza o Preventivo Gratuito

Provvedimenti: Ipoteche iscritte, via le ultraventennali

del 27/06/2012
di: La Redazione
Provvedimenti: Ipoteche iscritte, via le ultraventennali
Avvio della procedura della cancellazione delle ipoteche iscritte da oltre vent'anni e mai rinnovate. Con un provvedimento del 25 giugno, pubblicato sul sito www.agenziaterritorio.it, l'Agenzia del territorio ha diramato le istruzioni per attuare il procedimento di cancellazione delle ipoteche iscritte da oltre vent'anni e non rinnovate.

Le ipoteche che il provvedimento regolamenta sono quelle iscritte a garanzia di obbligazioni derivanti da contratti di mutuo, o finanziamento, concessi da banche e intermediari finanziari, da enti di previdenza obbligatori ancorché frazionate e annotate su titoli cambiari che non siano state rinnovate ai sensi dell'articolo 2847 del codice civile.

Spetta al creditore il compito di indicare la data di estinzione dell'obbligazione o l'insussistenza delle ragioni di credito da garantire con l'ipoteca.

La modalità è telematica, e il provvedimento specifica che sarà necessario indicare una apposita stringa numerica nel campo data di estinzione dell'obbligazione, sarà sempre cura del creditore indicare nel campo: ulteriori specificazioni fornite dal mittente, l'espressione: «non sussistono ragioni di credito da garantire con l'ipoteca».

La trasmissione delle comunicazioni dovrà essere effettuata in modalità esclusivamente telematica.

Il provvedimento specifica poi per alcuni uffici gli invii. Si tratta, in particolare, delle ipoteche iscritte in data anteriore al 31 dicembre 1972 presso le sezioni stralcio di Milano 3, Napoli 3, Roma 3, e Torino 3. Le comunicazioni sono trasmesse ai servizi di pubblicità immobiliare di Milano 1, Napoli 1, Roma 2 e Torino1.

La cancellazione avviene il giorno successivo a quello in cui è ricevuta la comunicazione.

Il codice civile prevede che l'ipoteca si estingue con la sua cancellazione dal registro. Per la cancellazione occorre essere in possesso di un titolo: l'estinzione dell'obbligazione garantita; la rinuncia espressa e redatta per iscritto del creditore all'ipoteca; la vendita forzata della cosa ipotecata; il perimento della cosa e, come nel caso disciplinato dal provvedimento dell'Agenzia, lo spirare del termine ventennale senza rinnovazione.

vota