Consulenza o Preventivo Gratuito

Contribuenti: La proroga cadenza anche le rate

del 22/06/2012
di: di Fabrizio G. Poggiani
Contribuenti: La proroga cadenza anche le rate
Dopo la proroga dei versamenti, il contribuente non titolare di partita Iva che applica una rateazione senza maggiorazione, dovrà eseguire il primo versamento mensile entro il 9 luglio, il secondo entro il 31 luglio e così via fino al 30/11/2012.

Così l'Agenzia delle entrate che, con la risoluzione n. 69/E di ieri, è intervenuta sugli effetti del differimento dei termini per i versamenti delle imposte 2012, nonché della sostitutiva per la «cedolare secca», come disposto dal Dpcm 6/6/2012.

L'Agenzia ricorda che la proroga interessa tutte le persone fisiche e i soggetti le cui attività sono assoggettate agli studi di settore nonché i partecipanti delle predette società, associazioni e imprese, per effetto del principio della trasparenza.

Inoltre, le Entrate ricordano che la proroga «automatica» è fissata dall'art. 3-quater, dl 16/2012, è prevista per tutti gli adempimenti fiscali e i versamenti ricadenti nell'intervallo tra il 1° e il 20 agosto di ogni anno e che la stessa riguarda tutti i versamenti inerenti al saldo, agli acconti delle imposte sui redditi e il pagamento rateale della sostitutiva dovuto nel regime della «cedolare secca».

Il documento di prassi presenta la rielaborazione dei piani di rateazione per alcuni soggetti (non titolari di partita Iva non interessati agli studi, titolari di partita Iva diversi dalle persone fisiche non interessati agli studi e altri) ma conferma che il piano deve tenere conto di due termini: quello iniziale, riferibile al termine prorogato e quello finale, stabilito nel 16/11 per i titolari di partita Iva e nel 30/11 per quelli non titolari di partita Iva.

Un contribuente non titolare di partita Iva, pertanto, potrà versare la prima rata il 9/7, la seconda il 31/7, la terza il 31/8 e così via, fino alla sesta e ultima rata del 30/11/2012, aggravando la somma dello 0,40% qualora intenda effettuare il versamento entro il 20/8, finendo in tal caso la rateazione (quinta rata) il 30/11/2012.

Infine, coloro che intendono collocare la dichiarazione Iva all'interno della dichiarazione unificata possono versare il debito annuale entro il 9/7/2012 senza alcuna maggiorazione ma con l'applicazione dell'interesse corrispettivo pari all'1,2% per il trimestre 16/3-16/6.

vota