Consulenza o Preventivo Gratuito

Agenzie fiscali: Salta l'incontro sulle convenzioni

del 20/06/2012
di: Cristina Bartelli
Agenzie fiscali: Salta l'incontro sulle convenzioni
Paralisi alle agenzie fiscali. Dopo la doccia gelata del decreto legge sulle dismissioni, approvato venerdì dal consiglio dei ministri (si veda ItaliaOggi di sabato 16/6/2012), il previsto incontro di oggi, presso il dipartimento delle finanze, per firmare le convenzioni delle quattro agenzie fiscali alla presenza dei sindacati è stato annullato. Senza molti giri di parole i rappresentanti sindacali hanno ricevuto, ieri la telefonata di disdetta. In questo modo, però, non si potranno firmare le convenzioni che ogni anno fissa il piano di lavoro delle agenzie. È pur vero che quei piani di lavoro, dopo il previsto accorpamento dell'Agenzia del territorio con l'Agenzia delle entrate e dell'Amministrazione dei monopoli con l'Agenzia delle dogane, risultano superati. Tanto che la sospensione non è inaspettata per Vincenzo Patricelli di Flp: «ci aspettavamo che saltasse il confronto perché dopo il decreto legge una riunione sulle convenzioni di agenzie che non esistono più». E un comunicato unitario dei rappresentanti delle sigle sindacali dei lavoratori delle agenzie fiscali stigmatizza il rinvio della riunione presso il D.F. per le Convenzioni 2012-2014, ritenendo tale rinvio quale segno di volontà di evitare il confronto sul futuro dell'Amministrazione Finanziaria. Intanto i lavori sul decreto procedono spediti. L'art. 4 prevede infatti la possibilità di soppressione di uffici sia del ministero sia delle agenzie fiscali. Possibilità che è già in parte messa nero su bianco, visto che ai sindacati è stata mostrata, e per il momento bloccata, una prima ipotesi di soppressione di circa 30 uffici territoriali dell'Agenzia delle entrate. Agenzia che ha concluso non più di un anno fa una massiccia attività di riorganizzazione. E i sindacati temono che alla fine la soppressione contagerà circa 50 uffici sul territorio.

vota