Consulenza o Preventivo Gratuito

Donne, ancora costrette a scegliere i figli o il lavoro?

del 19/06/2012
di: La Redazione
Donne, ancora costrette a scegliere i figli o il lavoro?
I dibattiti pomeridiani del 21 giugno si concentrano su due temi importanti per l'economia del nostro Paese: le donne, ancora costrette a scegliere tra i figli o il lavoro, e il bisogno di un nuovo modello di welfare che riguardi sia i lavoratori dipendenti che i professionisti. A intervenire sulle misure di conciliazione tra lavoro e vita familiare un parterre tutto al femminile: Alessandra Servidori (consigliera nazionale di Parità), Linda Gilli (presidente Inaz), Chiara Valentini (autrice di O i figli o il lavoro, Donatella Treu (a.d. Il Sole 24Ore), Paola Artioli (consigliere delegato ASOsiderurgica), Marianna Madia (camera dei deputati), Concetta Ferrari (direttore generale ministero del lavoro), Claudia Taurisano (assessore alle politiche temporali del Comune di Brescia) e Annamaria Giacomin (consiglio nazionale Cdl), moderate da Maurizio Decollanz (giornalista di Telereporter-Odeon). Tiziana Ferrario, invece, discuterà di previdenza e politiche sociali con altri illustri ospiti: Antonio Mastrapasqua (presidente Inps), Giovanni Battafarano (Lavoro e Welfare), Edoardo Gambacciani (direttore generale politiche previdenziali ministero del lavoro), Carla Cantone (segretario generale Spi Cgil), Giampaolo Crenca (presidente Consiglio nazionale attuari), Nedo Poli (camera dei deputati), Pietro Panzetta (tesoriere Consiglio nazionale Cdl) e Matteo Robustelli (vicepresidente Enpacl). Un'occasione per suggerire un sostegno reale a tutti nell'intero corso della vita lavorativa.
vota