Consulenza o Preventivo Gratuito

Rivalutazione del tfr di maggio, sale a quota 1,77%

del 14/06/2012
di: La Redazione
Rivalutazione del tfr di maggio, sale a quota 1,77%
A maggio il coefficiente di rivalutazione del trattamento di fine rapporto è 1,778846. L'indice dei prezzi al consumo, calcolato dall'Istituto nazionale di statistica, con esclusione del prezzo dei tabacchi lavorati, è al valore di 105,6.

Tramite i dati resi noti ieri dall'Istituto di statistica è possibile calcolare il dato del trattamento di fine rapporto, introdotto dalla legge n. 297/82.

Il calcolo viene fornito mensilmente per permettere di rivalutare le somme accantonate al 31 dicembre dell'anno precedente, nel caso di cessazione di rapporti di lavoro e/o conteggi in sede di bilanci infrannuali.

Secondo quanto stabilito dal codice civile (art. 2120) il trattamento di fine rapporto accantonato al termine di ogni anno deve essere rivalutato mensilmente sommando due elementi:

Esempio di calcolo tfr.

Un dipendente ha cessato il rapporto di lavoro il 31 marzo 2012.

La sua situazione è:

  • tfr maturato

    al 31/12/2011 25.000

  • imponibile

    previdenziale

    anno 2012 7.200

  • tfr maturato

    nell'anno 2012 533,33

    Pertanto la sua liquidazione, al lordo delle imposte sarà:

  • tfr al 31/12/11 25.000+

  • rivalutazione

    (1,778846%

    di 25000) 444,71 +

  • tfr maturato

    nell'anno 2012 533,33 +

  • ritenuta

    previdenziale

    (0,50% su 7200) 36,00 –

  • totale 25.942,04

    a cura di Bruno Toniolatti studio Associato Paoli

  • vota