Consulenza o Preventivo Gratuito

Le provvigioni vanno inserite nelle distinte online

del 31/05/2012
di: La Redazione
Le provvigioni vanno inserite nelle distinte online
Ho letto che le aziende devono indicare le provvigioni nella distinta trimestrale anche se l'agente ha raggiunto il massimale contributivo annuo. Questa operazione è obbligatoria? Se una ditta se ne dimenticasse? Grazie (ditta mandante – Roma)

Le confermiamo che, a partire dal 2012, le ditte mandanti dovranno comunicare alla Fondazione tutte le provvigioni maturate dall'agente nel corso dell'anno. Sarà obbligo delle aziende compilare le distinte online trimestrali anche dopo il raggiungimento del massimale contributivo da parte degli agenti, senza che ciò determini ulteriori pagamenti. In caso di dimenticanza, l'azienda riceverà un'ammenda pari a euro 250 per ciascun agente (art. 42 del Regolamento 2012).

A luglio 2012 compirò 65 anni di età e 42 anni di contributi, quindi avrò i requisiti per richiedere la pensione. Posso presentare domanda di pensione pur continuando ad avere mandati attivi? Saluti (Eugenio – Genova)

Una delle novità introdotte dal nuovo Regolamento del 2012 riguarda proprio i pensionati che intendono proseguire l'attività di agenzia. Se presenta domanda di pensione continuando a lavorare (quindi le ditte faranno ulteriori versamenti in suo favore) è previsto, al compimento del 70° anno di età e comunque non prima che siano trascorsi cinque anni dalla data del pensionamento, il supplemento di pensione senza più l'obbligo di cessare tutti i rapporti di agenzia. Le ricordiamo che la sua pensione decorrerà dal primo giorno del mese successivo alla data del conseguimento del diritto, qualora presenti la domanda entro un anno da quella data. Se invece dovesse inoltrarla oltre il termine di un anno, la decorrenza sarà posticipata al mese successivo. Nel primo caso si procederà al pagamento degli arretrati senza interessi mentre, nel secondo, il trattamento sarà erogato nella misura dovuta maggiorata di un 3% per ogni anno compiuto in ritardo. Le ricordiamo che è possibile consultare online il Regolamento in vigore e valutare la soluzione che le sembra più appropriata per le sue esigenze oppure contattare il Contact center al numero 199.30.30.33 o via email help.agenti@enasarco.it.

Ho letto nel Regolamento del contributo facoltativo. Mi sapete dire qualcosa in più? A quanto ammonta il versamento? L'importo versato verrà assunto come base di calcolo per la determinazione della quota «A»? Grazie (Cristian – Ravenna)

L'agente Enasarco in attività, non ancora pensionato, potrà decidere di versare un contributo aggiuntivo facoltativo rispetto a quello obbligatorio versato dalle ditte mandanti, finalizzato a favorire l'incremento del montante da utilizzare per il calcolo della pensione. Si tratta di un contributo particolare: è a totale carico dell'iscritto che può decidere liberamente quanto versare purché l'importo non sia inferiore alla metà del contributo minimo annuo previsto per un agente plurimandatario ( 200 per il 2012).

vota