Consulenza o Preventivo Gratuito

A Milano Imu prima casa soft, salasso sulle seconde

del 26/05/2012
di: La Redazione
A Milano Imu prima casa soft, salasso sulle seconde
A Milano nessun aumento per l'Imu prima casa che resterà ad aliquota base (0,4%). La stangata arriverà per le seconde case e gli immobili commerciali per i quali l'aliquota sarà dell'1,06%. Esenzione totale dall'addizionale Irpef per i redditi fino a 33.500 euro. Al di sopra di questa soglia ci saranno aliquote variabili (da 0,1 a 0,7%) a seconda degli scaglioni di reddito che porteranno i milanesi con redditi inferiori a 49.000 euro a pagare meno dello scorso anno. Questi gli effetti sulle tasche dei cittadini del bilancio 2012 del comune di Milano che è stato approvato ieri dalla giunta Pisapia. Ora la proposta di preventivo sarà sottoposta al voto finale del consiglio comunale. Diverse le riduzioni Imu a tutela delle fasce più deboli della popolazione. Confermata l'aliquota dello 0,4% per gli immobili posseduti da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero, a condizione che la casa non risulti affittata. Aliquota ridotta dello 0,78% per le unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, nonché per gli alloggi regolarmente assegnati dagli Iacp. Prevista anche una riduzione dell'aliquota dello 0,78%, per le unità abitative locate a canone convenzionato. La giunta ha anche approvato la proposta di delibera per l'introduzione dell'imposta di soggiorno dal 1° luglio 2012. Molte le esenzioni: i residenti a Milano, i minori di 18 anni, i giovani fino a 25 anni che pernottano negli ostelli per la gioventù, gli studenti universitari di età non superiore a 26 anni che alloggiano in strutture universitarie. Esenti anche i familiari e gli accompagnatori di persone degenti nelle strutture sanitarie di Milano e provincia e gli appartenenti alle forze dell'ordine che, per motivi di servizio, alloggiano in città.
vota