Consulenza o Preventivo Gratuito

Lavoratori senz'albo, rallenta l'iter della riforma

del 24/05/2012
di: di Gabriele Ventura
Lavoratori senz'albo, rallenta l'iter della riforma
Un comitato ristretto per la riforma dei senz'albo. Ne ha proposto la costituzione il presidente della commissione industria, commercio, turismo del senato, Cesare Cursi (Pdl), in occasione del primo esame congiunto, l'altro ieri, del disegno di legge n. 3270, che prevede «Disposizioni in materia di professioni non organizzate in ordini o collegi», approvato in prima lettura dalla camera, e dei ddl collegati 1329 (Gamba e altri) e 1464 (Fioroni e altri). Nel dettaglio, Cursi ha proposto la costituzione di un comitato ad hoc che possa procedere a una serie di audizioni dei soggetti maggiormente interessati dai provvedimenti, invitando i gruppi parlamentari a far pervenire l'indicazione di chi dovrà farne parte. Una strada, quella delle audizioni, che però preoccupa Cna Professioni, sigla che rappresenta un parte del mondo non ordinistico e che si è spesa maggiormente per questo disegno di legge, e in particolare per la tempistica, che rischia di allungarsi eccessivamente. «Ci stiamo muovendo affinché la procedura sia più rapida possibile», afferma il presidente, Giorgio Berloffa, «auspichiamo in particolare che non vengano introdotti emendamenti perché altrimenti il testo dovrebbe ritornare alla Camera in seconda lettura. E questo significherebbe avere la quasi certezza di non vedere uscire la legge dal Parlamento entro questa legislatura». Per il resto, nella seduta dell'altro ieri, la relatrice, Anna Rita Fioroni (Pd) ha illustrato i disegni di legge riguardanti le professioni non regolamentate, affermando che «si tratta di professioni rispetto alle quali c'è grande attenzione, in particolare per il loro costante aumento e per i profili di natura giurisprudenziale in ambito comunitario. Secondo un rapporto del Censis, circa 3,5 milioni di lavoratori, tra autonomi e dipendenti, svolgono attività professionali senza essere iscritti ad albi professionali o ad ordini».

vota