Consulenza o Preventivo Gratuito

Ddl Lavoro: articolo 58 e il nodo sull'immigrazione

del 19/05/2012
di: di Matteo Rigamonti
Ddl Lavoro: articolo 58 e il nodo sull'immigrazione
Ddl lavoro, spunta il «nodo» immigrazione. Articolo 58 sotto esame. C'è il rischio, infatti, che il lavoratore straniero sia abilitato a rimanere in Italia anche dopo il termine di un anno o dopo il periodo di indennità di disoccupazione «in presenza di requisiti reddituali particolarmente esigui». Il dubbio, sollevato in commissione lavoro da Sandro Mazzatorta (Lega Nord), non riguarda tanto la parte dell'articolo in cui si estende da sei mesi a un anno la possibilità di soggiorno, ma quella in cui si prevede che, trascorso il termine, si applicano i requisiti reddituali già vigenti per lo straniero che richiede il ricongiungimento dei familiari.

A motivo della «rilevanza e delicatezza», del problema emerso sull'art. 58, come ha osservato il relatore Maurizio Castro, la commissione ha deciso l'accantonamento. Saranno dunque due i «nodi» da sciogliere martedì, quando la commissione si riunirà per licenziare il testo del ddl: quello dibattuto in settimana sulla riduzione dell'utilizzo dei voucher in agricoltura e quello sul tema dei lavoratori immigrati.

vota