Consulenza o Preventivo Gratuito

Ultime istruzioni provenienti dall'Inps

del 18/05/2012
di: Celeste Vivenzi
Ultime istruzioni provenienti dall'Inps
Divieto uso del contante nelle operazioni con l'Inps

L'Inps (messaggio n. 7073 del 24 aprile 2012 ) rammenta che, a decorrere dal 1° maggio 2012, i pagamenti all'Istituto potranno essere effettuati esclusivamente tramite bonifico su c/c bancario o postale della sede ovvero utilizzando il bollettino postale relativo al conto riscossioni varie. Tale divieto, imposto dalla norma di cui alla Legge n. 35-2012, riguarda anche le somme dovute dalle parti in sede giudiziale e le somme versate in relazione alle curatele fallimentari i cui pagamenti dovranno essere effettuati tramite strumenti di pagamento elettronici bancari o postali, ivi comprese le carte di pagamento prepagate e le altre carte di credito di cui all'art.4 del dl n. 78/10.

Verifiche e invalidi civili

L'Inps (messaggio n. 6796 del 19 aprile 2012) informa di aver programmato 250 mila verifiche annue per ciascuna delle annualità 2011 e 2012, nei confronti dei titolari di benefici economici di invalidità civile. Lo scopo è quello di verificare lo stato di invalidità dei soggetti interessati.

Presentazione della domanda di cig in deroga

L'Inps attraverso la circolare n. 58 del 27 aprile 2012, informa che le domande di cig in deroga (con decorrenza dal 1° aprile 2012) devono essere presentate esclusivamente tramite la procedura telematica Digiweb.

Agenzia delle entrate: la richiesta del duplicato della tessera sanitaria o del tesserino di codice fiscale viaggia online

L'Agenzia delle entrate ha comunicato che è attivo per il contribuente un servizio per richiedere in via telematica il duplicato della tessera sanitaria o del tesserino del codice fiscale. Tale richiesta potrà essere effettuata indicando il codice fiscale o i dati anagrafici del richiedente e specificando la motivazione della richiesta (ad esempio: furto, danneggiamento ecc.)

Chiarimenti Inps sulla Gestione separata

L'Inps, attraverso il messaggio n. 7751 del 7 maggio, fornisce chiarimenti in merito alla rivalsa del 4% applicata dai lavoratori autonomi sui compensi lordi spettanti. L'Istituto di previdenza evidenzia che il versamento dei contributi alla Gestione separata costituisce un obbligo del professionista mentre, al contrario, l'applicazione della stessa nei confronti del committente rimane una facoltà. Infine viene ricordato che, ai fini fiscali, la maggiorazione addebitata in fattura a titolo di rivalsa deve essere assoggettata al prelievo alla fonte di cui all'art. 25 del dpr n. 600/73 e concorre a formare la base imponibile dell'imposta sul valore aggiunto come previsto dall'art. 13 del dpr 26 ottobre 1972, n. 633.

Agevolazioni assunzioni per il Sud

Il ministro dell'economia e delle finanze, unitamente al ministro del lavoro e delle politiche sociali e al ministro per la coesione territoriale, ha emanato un decreto attuativo con lo scopo di regolamentare il credito d'imposta spettante per la creazione di nuovi posti di lavoro nel Mezzogiorno.

L'agevolazione è rivolta ai datori di lavoro che hanno assunto o che si impegnano ad assumere a tempo indeterminato, nel periodo compreso tra il 14 maggio 2011 e il 13 maggio 2013, personale «svantaggiato» o «molto svantaggiato» nelle seguenti Regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sicilia e Sardegna. I datori di lavoro avranno diritto ad un credito d'imposta nella misura del 50% dei costi salariali sostenuti nei 12 mesi successivi all'assunzione per ciascun lavoratore «svantaggiato» e nei 24 mesi successivi all'assunzione per ogni lavoratore «molto svantaggiato».

Rientro dei lavoratori in Italia: agevolazioni fiscali

L'Agenzia delle entrate (circolare n. 14 del 4 maggio) ha dettato le regole in merito all'applicabilità degli incentivi riservati ai cittadini dell'Unione europea che decidono di rientrare in Italia dopo un periodo di studio, lavoro o dopo il conseguimento di una specializzazione all'estero.

L'agevolazione consiste in un abbattimento della base imponibile sui redditi di lavoro dipendente, di lavoro autonomo e d'impresa percepiti dalle persone fisiche pari al 70% per i lavoratori e all'80% per le lavoratrici.

L'agevolazione in oggetto riguarda anche i soggetti titolari di redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente (ovvero redditi di collaborazione coordinata e continuativa o a progetto) e anche redditi derivanti da somme percepite a titolo di borsa di studio.

Si rammenta che il beneficio fiscale decorre dal 28 gennaio 2011 e riguarda i cittadini dell'Unione europea nati dopo il 1° gennaio 1969 che abbiano maturato i requisiti a partire dal 20 gennaio 2009; una novità riguarda i sostituti d'imposta che dovranno rilasciare, entro il 31 maggio prossimo, un nuovo modello Cud per l'annualità 2011 ai lavoratori in possesso dei requisiti che abbiano fatto richiesta di applicazione del beneficio (sembra comunque possibile, in alternativa, presentare domanda di rimborso all'Agenzia delle entrate). Con decorrenza dal periodo 2012 invece è concessa al lavoratore la facoltà di presentare la richiesta al proprio datore di lavoro anche decorso il termine di tre mesi dall'assunzione e il datore di lavoro, nel caso di specie, può riconoscere l'agevolazione dal periodo di paga successivo alla richiesta o dal primo periodo di paga dell'anno successivo.

vota