Consulenza o Preventivo Gratuito

Commercialisti, le due gestioni ora pensano a progetti comuni

del 12/05/2012
di: La Redazione
Commercialisti, le due gestioni ora pensano a progetti comuni
I rapporti fra le casse dei dottori commercialisti e dei ragionieri cambiano pelle. E dopo le contrapposizioni del passato (sulla questione dell'unificazione dei due enti a seguito dell'unificazione dei due albi) una nuova collaborazione è all'orizzonte. I vertici dei due enti di previdenza si sono confrontati ieri a Milano e annunciato una sinergia in materia di assistenza e welfare avanzato. «L'auspicio», hanno annunciato i due presidenti Paolo Saltarelli (ragionieri) e Walter Anedda (dottori), «è che forme di assistenza condivise possano estendersi anche alle altre Casse di previdenza iscritte all'Adepp, allo scopo di fornire servizi sempre più efficienti alla galassia dei professionisti. Facendo massa critica, infatti, sarà possibile ottenere offerte maggiormente vantaggiose per gli iscritti alle Casse dei professionisti». «La Cassa ragionieri», ha evidenziato il consigliere dell'Istituto previdenziale Sandro Sgalippa, «ha già predisposto una serie di misure che forniscono maggiore assistenza ai propri iscritti: dalle borse di tirocinio formativo ai prestiti d'onore, alle polizze vita/caso morte».

«Il welfare assume un ruolo di importanza sempre maggiore per gli iscritti agli Istituti di previdenza», ha aggiunto invece Renzo Guffanti, consigliere Cnpadc. «In questo contesto, le sinergie possono essere fondamentali».

vota