Consulenza o Preventivo Gratuito

Imposte, serve una proroga

del 05/05/2012
di: di Lucia Basile
Imposte, serve una proroga
Anche quest'anno la Lapet chiede al ministro dell'Economia e delle finanze una proroga dei pagamenti delle imposte dirette in scadenza il prossimo 16 giugno. Il 4 aprile scorso sono stati approvati i correttivi anti crisi per il 2011 da parte della Commissione degli esperti degli studi di settore. Nell'ambito di tale riunione, alla quale era presente anche la Lapet con il suo delegato Giuseppe Tricoli, quattro le tipologie di correttivi approvati: interventi relativi all'analisi di normalità economica per tutti i contribuenti che presentano una contrazione dei ricavi 2011 rispetto al 2010 e sono coerenti rispetto alla gestione delle esistenze iniziali; correttivi specifici per la crisi, correttivi congiunturali di settore destinati ai soggetti non congrui identificati in base alle analisi sulle comunicazioni annuali Iva; correttivi congiunturali individuali per i soggetti non congrui che presentano nel 2011 una riduzione dei costi variabili dichiarati rispetto al biennio 2009-2010 (anche attraverso coefficienti focalizzati su cluster e territorio).

Tali correttivi sono stati pubblicati in Gazzetta Ufficiale solamente lo scorso 28 Aprile (appena due giorni prima del differimento del termine previsto dal dl 16/2012 convertito dalla legge 44/2012). A tale ritardo farà seguito ancora una lunga serie di passaggi necessari a verificare la congruità dei ricavi dichiarati: la predisposizione finale del software di Gerico e, successivamente, l'intervento delle varie case di software chiamate a predisporre i cosiddetti dichiarativi.

Pertanto, ha evidenziato il presidente nazionale tributaristi Lapet Roberto Falcone nella lettera inviata il 2 maggio scorso al ministro dell'Economia e delle finanze Mario Monti: «Tutto ciò implica una corsa contro il tempo da parte dei consulenti fiscali poiché la compilazione degli studi di settore, a causa di questi ritardi, può essere effettuata solo a ridosso delle scadenze previste per il pagamento dei saldi e primi acconti d'imposta. È auspicabile e ragionevole l'opportunità di concedere una proroga dei pagamenti delle imposte dirette, in scadenza al 16 Giugno, nell'ottica anche di un pieno rispetto dei principi sanciti dallo Statuto del contribuente».

vota