Consulenza o Preventivo Gratuito

Conta la data di fornitura per il rimborso dell'accisa

del 24/04/2012
di: La Redazione
Conta la data di fornitura per il rimborso dell'accisa
Ai fini della dichiarazione per il rimborso dell'accisa sul gasolio a favore delle imprese di autotrasporto, conta la data di fornitura del carburante, risultante dalle fatture d'acquisto o, in caso di fatturazione differita, dalle note di consegna. Questa una delle precisazioni contenute nella nota prot. 45963 del 20 aprile 2012 dell'agenzia delle dogane, concernente la compilazione della dichiarazione dei consumi di gasolio per autotrazione ammessi all'agevolazione fiscale. L'agenzia ricorda che il dl 1/12 ha strutturato diversamente l'agevolazione in esame, prevedendo il recupero dell'accisa con cadenza trimestrale. Rispondendo quindi alle richieste di precisazioni sulla determinazione dei litri consumati, osserva che il dpr n. 277/2000, nel disciplinare l'agevolazione relativa al gasolio utilizzato nell'attività di autotrasporto, fissa una stretta relazione tra i litri consumati e la fatturazione dei medesimi, assumendo la fornitura del prodotto come criterio di determinazione dei consumi. Nella compilazione della dichiarazione, pertanto, per litri consumati devono intendersi quelli riforniti, come risultanti dalle fatture, e ciò sia per i consumi dell'anno 2011, sia per quelli effettuati dal 2012 per i quali la dichiarazione è divenuta trimestrale. A proposito del mutamento di periodicità, l'agenzia ricorda che entro il 30 aprile 2012 va presentata la dichiarazione relativa ai consumi di gasolio del primo trimestre 2012, mentre entro il 30 giugno 2012 quella relativa ai consumi dell'anno solare 2011. Tornando alle modalità di compilazione della dichiarazione, l'agenzia osserva che, in caso di fatturazione differita delle cessioni di gasolio, la data di fornitura del prodotto risulta da apposite bolle di consegna o da documenti analoghi emessi dal gestore dell'impianto. Riguardo a consumi dell'anno 2012, è stata inoltre rappresentata la problematica dell'eventuale ricevimento della fattura di acquisto del gasolio in data successiva al trimestre solare durante il quale è avvenuta la fornitura, per cui, al momento di presentazione della dichiarazione, l'autotrasportatore potrebbe non essere ancora in possesso delle fatture di acquisto. Verificandosi questa ipotesi, l'agenzia chiarisce che l'autotrasportatore potrà imputare i quantitativi di gasolio al trimestre solare in cui sono state effettuate le forniture, computandoli nel totale dei litri consumati, determinati sulla base delle bolle di consegna o documenti analoghi.

Roberto Rosati

vota