Consulenza o Preventivo Gratuito

Aziende in crisi, stop ai disabili

del 20/04/2012
di: La Redazione
Aziende in crisi, stop ai disabili
Arriva la nuova modulistica per presentare le domande di sospensione dagli obblighi di assunzione di disabili. Ma la si potrà usare solo fino al 15 maggio, data a partire dalla quale le istanze transiteranno on line sul portale ClicLavoro. Con una nota del 18 aprile 2012 il ministero fornisce dunque le istruzioni operative per l'inoltro delle domande, dopo le novità introdotte dal decreto legge n. 5/2012 (semplificazioni). Le aziende in crisi (destinatarie di provvedimenti di cassa integrazione guadagni straordinaria, mobilità, solidarietà) possono richiedere la sospensione dall'obbligo del collocamento obbligatorio, presentando apposita comunicazione alla competente direzione provinciale del lavoro ovvero al ministero nel caso di unità produttive ubicate in più province, allegando copia del provvedimento di autorizzazione al ricorso all'ammortizzatore sociale. Se il provvedimento non è stato ancora emanato, si può comunque presentare domanda di sospensione temporanea, per una durata non superiore a tre mesi, rinnovabile una sola volta.

La comunicazione e la domanda da inviare al ministero, spiega ora la nota, devono essere presentate dal legale rappresentante dell'azienda e inoltrate con raccomandata a.r. alla direzione generale per le politiche sei servizi per il lavoro, via Fornovo 8, 00192 Roma, indicando chiaramente di che tipologia di richiesta si tratta. Sulla domanda di sospensione temporanea peraltro va apposta la marca da bollo da 14,62 euro.

In entrambi i casi, devono essere dettagliatamente indicati gli estremi o del provvedimento o della domanda relativi a cigs, cig in deroga, contratto di solidarietà, fondo di solidarietà di settore, mobilità e mobilità in deroga. Nel caso in cui al datore di lavoro siano stati riconosciuti (o abbia richiesto) diversi trattamenti, la comunicazione o la richiesta di sospensione devono essere presentate distintamente per ciascun trattamento.

La nota ministeriale, infine, prima di ribadire che il 15 maggio tutto il procedimento verrà dematerializzato e che tutte le comunicazioni dovranno essere inviate on line, precisa che le domande inoltrate ai servizi territoriali del lavoro prima del 10 febbraio (data di entrata in vigore del decreto legge n. 5/2012) e per le quali non si è ancora concluso il procedimento saranno trasmesse al ministero del lavoro.

vota