Consulenza o Preventivo Gratuito

Stagionali, da oggi via alle richieste

del 20/04/2012
di: La Redazione
Stagionali, da oggi via alle richieste
Dalle ore 8 di oggi è possibile inviare le domande relative al decreto flussi stagionali 2012, utilizzando il servizio di inoltro telematico all'indirizzo attivato sul sito del ministero dell'interno (https://nullaostalavoro.interno.it/Ministero/index2.jsp). È stato, infatti, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di ieri n. 92/2012, il decreto del presidente del consiglio dei ministri del 13 marzo 2012 che definisce la programmazione transitoria dei flussi di ingresso dei lavoratori extracomunitari stagionali nel territorio dello Stato italiano per l'anno 2012. I datori di lavoro possono richiedere il nulla osta al lavoro fino alle ore 24 del prossimo 31 dicembre, per un numero complessivo di lavoratori pari a 35 mila. Il tetto, ripartito tra regioni e province autonome, riguarda i lavoratori subordinati stagionali non comunitari di Albania, Algeria, Bangladesh, Bosnia-Herzegovina, Croazia, Egitto, Repubblica delle Filippine, Gambia, Ghana, India, Kosovo, Repubblica ex Iugoslava di Macedonia, Marocco, Moldavia, Montenegro, Niger, Nigeria, Pakistan, Senegal, Serbia, Sri Lanka, Ucraina e Tunisia. L'articolo 2 del dpcm 13/3/2012 prevede inoltre, come anticipazione della quota massima di ingresso dei lavoratori non comunitari per motivi di lavoro non stagionale per l'anno 2012, l'ingresso di 4 mila cittadini stranieri non comunitari residenti all'estero che abbiano completato programmi di formazione e istruzione nel paese di origine.

Con il nuovo decreto debuttano anche le novità relative all'istruttoria delle domande, introdotte dall'articolo 17 del dl n. 5/2012 (semplificazioni), il quale stabilisce che qualora lo sportello unico per l'immigrazione, decorsi i 20 giorni di attesa, non comunichi al datore di lavoro il proprio diniego, la richiesta si intende accolta, nel caso in cui ricorrano congiuntamente le seguenti condizioni: a) la richiesta riguardi uno straniero già autorizzato per l'anno precedente a prestare lavoro stagionale presso lo stesso datore di lavoro richiedente; b) il lavoratore stagionale nell'anno precedente sia stato regolarmente assunto dal datore di lavoro e abbia rispettato le condizioni indicate nel permesso di soggiorno.

vota