Consulenza o Preventivo Gratuito

Tre giorni per gli incentivi Inail

del 17/04/2012
di: di Daniele Cirioli
Tre giorni per gli incentivi Inail
Tre giorni, doppio orario e tempo un'ora per la presentazione delle richieste degli incentivi all'Inail. Ieri, infatti, l'istituto assicuratore ha reso noto il calendario per l'invio telematico delle istanze per il finanziamento degli interventi sulla sicurezza sul lavoro (bando 2011), prevedendo una ripartizione regionale su tre giornate (dal 26 al 28 giugno) e con doppio orario (dalle ore 13 alle ore 14 o dalle ore 17 alle ore 18).

Bando «Isi» 2011. Il calendario riguarda la richiesta degli incentivi per la sicurezza sul lavoro (Isi), relativamente al bando 2011. L'incentivo, che consiste in un finanziamento, rientra nelle attività dell'articolo 11 del Tu sicurezza (il dlgs n. 81/2008) il quale, appunto, affida all'Inail il compito di finanziare con proprie risorse i progetti d'investimento e di formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro, nonché i progetti finalizzati alla sperimentazione di nuove soluzioni e di strumenti di natura organizzativa e gestionale ispirati a principi della responsabilità sociale delle imprese. Il bando, pubblicato sulla G.U. n. 300/2011, mette a disposizione 205 milioni di euro ripartiti su base regionale e concerne la seconda tranche di contributi (la prima tornata, per l'anno 2010, ha visto disponibili 60 milioni di euro); è rivolto a tutte le imprese, anche individuali, purché con sede in Italia e iscritte alla camera di commercio. Le imprese possono presentare un solo progetto, di un solo tipo, per una sola unità produttiva.

La domanda. Il contributo erogato dall'Inail è di misura pari al 50% delle spese ammesse in relazione a ciascun progetto presentato dalle aziende; è un contributo in conto capitale e non può superare i 100 mila euro. Escluso il click day, l'assegnazione dei contributi avviene da quest'anno sulla base di una procedura valutativa delle domande (requisiti, progetto ecc) a sportello, il che esclude, pertanto, la tradizionale «corsa» come è successo nel 2010. In pratica, a partire dalle ore 12 del 28 dicembre 2011 e fino alle ore 18 del 7 marzo 2012 hanno potuto compilare la domanda che andrà spedita, in base al calendario diffuso ieri, in una delle tre giornate di fine giugno (dipende dalla regione cui appartiene l'impresa). Le imprese, operando online con la procedura dedicata, hanno già potuto valutare i propri requisiti, anche in vista del fatto che, per l'ammissione al beneficio, è previsto un «punteggio soglia» di 105 punti). Hanno quindi inserito il progetto e le informazioni richieste e salvato la domanda; pertanto, avranno pure già ricevuto il codice identificativo che ora permetterà la trasmissione telematico.

Dal 26 al 28 giugno. L'effettivo invio delle domande sarà possibile nei giorni 26, 27 e 28 giugno (si veda tabella). Dall'orario di apertura fino all'orario di chiusura dello sportello informatico le imprese interessate potranno trasmettere la domanda esclusivamente attraverso il codice identificativo loro assegnato. L'Inail, in merito, precisa che l'invio non è possibile senza tale codice la cui validità è verificabile tramite l'apposita voce «consulta/rigenera codice» della procedura per la compilazione online delle domande. Entro il 15 giugno, spiega ancora l'Inail, sul sito web dell'istituto saranno pubblicate le regole e le informazioni tecniche a supporto delle imprese per la trasmissione delle domande. Una volta inviate, le domande saranno registrate nell'ordine cronologico di arrivo al sistema informatico Inail. Saranno ammesse alle fasi di conferma e verifica dei requisiti le domande collocate nell'elenco cronologico fino alla copertura delle risorse disponibili per singole regioni. In caso di accoglimento l'impresa dovrà entro 30 giorni confermare la richiesta inoltrando per Pec (posta elettronica certificata) i documenti relativi al progetto e al possesso dei requisiti dichiarati; in mancanza di conferma, l'impresa è esclusa dal contributo. La documentazione che non è possibile inviare via Pec andrà consegnata a mano o spedita per posta nello stesso termine di 30 giorni alla sede regionale Inail di competenza.

vota