Consulenza o Preventivo Gratuito

Controllo a punti per i negligenti in strada

del 04/04/2012
di: di Stefano Manzelli
Controllo a punti per i negligenti in strada
Arriva la banca dati ministeriale che classificherà le imprese di autotrasporto sulla base delle infrazioni stradali collezionate nell'arco di un anno dagli autisti. Per le ditte più trasgressive arriveranno poi controlli rigorosi e frequenti anche in sede da parte della polizia e dell'ispettorato del lavoro. Sono queste le indicazioni operative di interesse per le imprese che movimentano mezzi dedicati al trasporto di cose o persone contenute nel decreto del ministero dei trasporti 24 ottobre 2011 (pubblicato sulla G.U. n. 78 del 02/04/2012), intitolato «determinazione dei criteri per l'adozione di un sistema di classificazione del rischio da applicare alle imprese di autotrasporto». Il dlgs 144/2008, modificato dal dlgs 245/2010, ha introdotto rilevanti novità in materia di controllo dell'attività di autotrasporto, in conformità alle indicazioni comunitarie sulla delicata materia. In particolare questo provvedimento fornisce orientamenti per classificare le sanzioni in materia di tempi di guida e riposo tra infrazioni molto gravi, gravi o di minore rilevanza. Con il decreto appena pubblicato viene adottato un vero e proprio sistema di classificazione del rischio da applicare alle imprese di autotrasporto viaggiatori e merci, in conto proprio o di terzi. In pratica ogni impresa sarà classificata in base al numero e alla gravità delle infrazioni commesse dai propri autisti o meglio dal proprio parco veicoli in materia di tempi di guida e di riposo. Gli organi di polizia trasmetteranno pii alla motorizzazione una specifica annotazione per ogni verbale elevato evidenziando l'indice di gravità della violazione ed assegnando un punteggio proporzionale per ogni negligenza.

Presso il ced del ministero dei trasporti verrà quindi progressivamente implementata una banca dati destinata a valutare il grado di virtuosità di ogni singola impresa.

Le ditte impegnate nel movimento merci o viaggiatori che supereranno entro l'anno solare cento punti di penalizzazione saranno automaticamente iscritte nell'elenco dei sorvegliati speciali. Per loro arriveranno controlli particolarmente incisivi e frequenti da parte degli organi di vigilanza, specifica l'art. 5 del decreto 24 ottobre 2011. L'indicatore di rischio avrà validità annuale e potrà essere sempre conosciuto in tempo reale dalle imprese interrogando il portale dell'automobilista.

vota