Consulenza o Preventivo Gratuito

Il cassetto degli autonomi

del 03/04/2012
di: di Daniele Cirioli
Il cassetto degli autonomi
Al via il cassetto previdenziale Inps degli artigiani e commercianti. Infatti da ieri (2 aprile) è online la nuova funzionalità che fornisce in tempo reale le informazioni inerenti alla posizione previdenziale dei predetti lavoratori autonomi, tra cui la situazione delle iscrizioni a ruolo e degli avvisi bonari, nonché il calcolo dei contributi da versare. Lo rende noto l'Inps nel messaggio n. 5769 di ieri.

Servizi telematici. La novità fa parte del processo di trasformazione delle modalità di scambio delle informazioni, tra istituto e iscritti (lavoratori e pensionati), che l'Inps sta portando avanti con l'obiettivo di migliorare l'efficacia dell'azione amministrativa. Dal 2 aprile è la volta del «Cassetto previdenziale artigiani e commercianti», una nuova funzionalità che, al fine di facilitare l'attività di back office, consente la consultazione dei dati contenuti negli archivi Inps e fornire in tempo reale la situazione riassuntiva della posizione previdenziale dei lavoratori iscritti alla gestione previdenziale.

Le nuove funzionalità. Il cassetto previdenziale offre la visione d'insieme della situazione aziendale. I contribuenti hanno a disposizione la possibilità di verificare la propria posizione assicurativa e previdenziale, nonché di stampare i modelli F24 utili al versamento della contribuzione dovuta alla gestione di competenza. A tale funzione è possibile accedere direttamente oppure per il tramite di un intermediario delegato, attraverso il sito internet (www.inps.it), nell'ambito della sezione dedicata ai «servizi online»; a tal fine è necessario autenticarsi con Pin abbinato a codice fiscale. Attraverso il nuovo strumento, i lavoratori possono effettuare varie consultazioni tra cui la posizione anagrafica del titolare e dei componenti il nucleo aziendale, inserendo o modificando i recapiti presenti, selezionando il link «modifica»; conoscere la propria situazione debitoria e/o creditoria; conoscere la propria situazione assicurativa; visualizzare l'elenco dei versamenti della singola posizione artigiano o commerciante; effettuare attività di utility quali, ad esempio, calcolo della contribuzione dovuta oltre il minimale di reddito, oppure la generazione del codice Inps per i versamenti alla gestione previdenziale, oppure consultazione delle quote contributive dovute; conoscere la situazione delle iscrizioni a ruolo (estratto cartelle/avvisi di addebito) e degli avvisi bonari ricevuti; gestire l'attività di delega all'accesso alle funzioni previste dal cassetto previdenziale a soggetti di propria fiducia con le funzioni d'inserimento e cancellazione di eventuali deleghe; conoscere i codici da utilizzare per il versamento della contribuzione corrente a mezzo modello F24.

vota