Consulenza o Preventivo Gratuito

Il terzo che chiede sentenze paga i nuovi diritti di copia

del 27/03/2012
di: Valerio Stroppa
Il terzo che chiede sentenze paga i nuovi diritti di copia
Anche i terzi che fanno richiesta delle sentenze emesse da Ctp e Ctr devono pagare i diritti di copia nella nuova misura prevista dal dm 27 dicembre 2011. In caso di documento prodotto in formato elettronico, l'ufficio di segreteria non è tenuto a fornire al richiedente il relativo supporto (chiavetta usb o cd-rom), che dovrà quindi essere portato dall'interessato.

Mentre per quanto riguarda la determinazione dell'importo dovuto e/o dell'eventuale imposta di bollo, con la parola «pagina» si intende una «facciata»: anche laddove la copia semplice o autentica sia realizzata con modalità fronte-retro, quindi, il diritto di copia è dovuto in base al numero di facciate riprodotte. Sono alcuni dei chiarimenti forniti dalla Direzione della giustizia tributaria del Dipartimento delle finanze con la circolare n. 2/DF del 26 marzo 2012.

L'intervento offre alle segreterie di Ctp e Ctr indicazioni operative riguardo alle novità recate dal decreto Mef 27 dicembre 2011, che ha rimodulato dal 1° marzo 2012 i diritti di copia che le parti devono corrispondere per il rilascio di copie semplici o autentiche di sentenze, atti e documenti relativi al processo tributario (si veda ItaliaOggi del 1° marzo scorso).

vota