Consulenza o Preventivo Gratuito

Bilancio informatico, registrazione dovuta

del 24/03/2012
di: di Benito Fuoco e Nicola Fuoco
Bilancio informatico, registrazione dovuta
La registrazione della contabilità può avvenire su supporti cartacei o con sistemi meccanografici; nel caso di registrazione con sistemi informatici, a richiesta degli inquirenti, i dati devono essere immediatamente stampati sui registri cartacei. Da considerare che, per conservare il diritto alla detrazione, i dati di cui è consentito il riconoscimento a richiesta di stampa, sono solo quelli relativi all'esercizio in corso, con la conseguente esclusione di tutti i dati che siano antecedenti. Sono le conclusioni che si leggono nella sentenza n. 22245/11 emessa dalla quinta sezione della Cassazione. La vicenda riguarda una società in accomandita semplice a cui, in sede di verifica della guardia di finanza, veniva contestata la mancata istituzione di alcune scritture contabili obbligatorie. La società, sia pure sprovvista dei registri, aveva esibito ai verbalizzanti le fatture che, registrate e debitamente memorizzate sul terminale aziendale, dimostravano la regolarità della detrazione dell'Iva sugli acquisti. Sulla base di quanto accertato, la Ctp Bologna ritenendo la mancanza di fini elusivi o evasivi annullava la rettifica; la decisione veniva confermata in appello dalla Ctr Emilia. La Corte ha ribaltato il giudizio dei gradi di merito e confermato la rettifica erariale. Osservando che «secondo la disciplina dell'Iva, il diritto alla detrazione dell'imposta pagata per l'acquisizione di beni o servizi, postula che il contribuente sia in possesso delle relative fatture e le annoti nell'apposito registro e conservi le une e l'altro». La sentenza non lascia spazio a diverse interpretazioni sia pure dopo le modifiche ad opera dell'art. 3 della legge 342/2000; i giudici infatti aggiungono che non è neppure necessaria alcuna espressa previsione normativa che escluda il diritto alla detrazione delle fatture che non siano correttamente registrate sui libri contabili. In caso di ispezioni e controlli da parte degli organi competenti è quindi consentito stampare su supporti cartacei i dati memorizzati relativi all'esercizio per il quale non siano scaduti i termini per la presentazione delle relative dichiarazioni dei redditi. In definitiva, pena l'esclusione dalla detrazione, la stampa dei registri per la contabilità meccanizzata deve avvenire entro la presentazione della dichiarazione (per i professionisti entro il 31/10 dell'anno successivo, termine per l'invio telematico).
vota