Consulenza o Preventivo Gratuito

Le denunce viaggiano solo su Uniemens

del 22/03/2012
di: La Redazione
Le denunce viaggiano solo su Uniemens
La procedura XML va in pensione. A partire dalle competenze del mese di marzo il tradizionale modulo cartaceo per l'adesione a Cadiprof lascia definitivamente il posto al modello Uniemens. Le procedure semplificate per la trasmissione unificata dei dati retributivi e contributivi alla Cassa di assistenza sanitaria integrativa degli studi professionali entrano infatti a regime con le buste paga di marzo, agevolando gli adempimenti contributivi negli studi professionali. La nuova procedura, introdotta dall'Inps nel dicembre 2010, prevede infatti l'iscrizione automatica dello studio professionale alla Cassa e l'aggiornamento costante delle posizioni dei relativi lavoratori, sollevando i titolari degli studi professionali e i loro consulenti del lavoro dalle incombenze cartacee o ulteriori adempimenti telematici.

Come descritto nel «Documento tecnico per la compilazione dei flussi delle denunce retributive e contributive individuali mensili (Uniemens)», i datori di lavoro-professionisti e i loro consulenti dovranno semplicemente indicare il codice che identifica la convenzione Cadiprof con l'Istituto di previdenza e l'importo del versamento per dipendente al fondo di assistenza sanitaria integrativa. Nel caso specifico degli studi professionali, il codice attribuito a Cadiprof è «ASSP», lo stesso utilizzato per il versamento mediante modello F24. Operativamente, la valorizzazione dei campi codice e importo avviene nell'elemento CONVBILAT e consente all'Inps di trasmettere direttamente a Cadiprof i dati di aziende e lavoratori, assicurando così una corretta erogazione dell'assistenza sanitaria integrativa.

Secondo gli ultimi dati resi noti da Cadiprof, le denunce individuali mensili, trasmesse attraverso la procedura Uniemens, viaggiano abbondantemente sopra la soglia delle 170 mila unità. Con l'entrata a regime della nuova procedura, l'accesso all'area riservata del sito Cadiprof (www.cadiprof.it) sarà consentito solamente per la visualizzazione dei dati registrati, mentre la trasmissione e la variazione dei dati retributivi e contributivi dei dipendenti, assieme a nuove assunzioni e licenziamenti, verranno gestite da consulenti e datori di lavoro-professionisti attraverso le denunce Uniemens.

vota