Consulenza o Preventivo Gratuito

Negli studi garanzie a tutto campo

del 22/03/2012
di: La Redazione
Negli studi garanzie a tutto campo
La Cassa di assistenza sanitaria integrativa degli studi professionali continua a macinare prestazioni, attraverso i suoi due pilastri del welfare, il Piano sanitario e il Pacchetto famiglia, rivolti al personale degli studi professionali. Nel 2011 sono state infatti erogate complessivamente più di 166 mila prestazioni sanitarie per oltre 12 milioni di euro, segnando un sensibile incremento rispetto al valore delle prestazioni erogate nell'esercizio 2010, che si era fermato a 11 milioni di euro. In altri termini, lo scorso anno la Cassa ha destinato a ciascun iscritto una somma media di 81 euro (dai 91.40 euro del Lazio ai 32.37 euro del Molise). È quanto emerge dall'ultima analisi delle prestazioni 2010/2011 elaborate il 20 marzo scorso dal servizio studi di Cadiprof. Entriamo nel dettaglio.

Il Piano sanitario. Nell'ambito del Piano sanitario si possono raggruppare due grandi famiglie di prestazioni: la prima raccoglie i ricoveri per grandi interventi chirurgici, la gravidanza, gli interventi chirurgici ambulatoriali e le prestazioni specialistiche; l'altra grande famiglia si focalizza invece sulle visite specialistiche e ticket per accertamenti diagnostici, prevenzione, trattamenti fisioterapici riabilitativi da infortunio e malattia. Ancora una volta le prestazioni maggiormente richieste dagli oltre 230 mila aderenti alla Cassa si sono concentrate sui ticket per accertamenti diagnostici, oltre 63 mila prestazioni erogate nel 2011 per un valore totale che supera i 2 milioni di euro. Un netto incremento si registra anche sul fronte delle visite specialistiche/ecografie mammarie che si sono attestate a 37 mila interventi per oltre 1.8 milioni di euro. Aumentano anche le prestazioni per affrontare la gravidanza (passate da 9.5 mila a 22.5 mila richieste) ma, grazie a una più oculata gestione delle risorse, si riducono gli importi erogati (da 3,8 mln a 1,8 mln di euro) a favore di questa attività assistenziale.

Le elaborazioni del centro studi Cadiprof confermano inoltre il consolidamento della Cassa su scala nazionale. Nella classifica delle prestazioni erogate per Regione si conferma la supremazia della Lombardia, che ha assorbito circa il 35% del budget del Piano sanitario, per un valore di 3,4 milioni di euro. Il dato riflette, ovviamente, il numero di addetti negli studi professionali a livello regionale, ma non mancano le sorprese, soprattutto nelle regioni del centro e del sud. Nel Lazio, per esempio, il valore delle prestazioni erogate è passato dai 650 mila euro del 2010 agli 890 mila euro dello scorso anno. Ma incrementi importanti si segnalano anche in Basilicata, Sicilia, Puglia e Sardegna, grazie anche alla massiccia attività di promozione sul territorio esercitata dai vertici della Cassa e della bilateralità del settore.

Il Pacchetto famiglia. È un vero e proprio piano di intervento socio-sanitario a supporto della maternità, della famiglia e del lavoro, studiato ad hoc sulle caratteristiche demografiche della popolazione degli studi (l'88% degli assistiti sono donne in età compresa tra i 24 e i 45 anni). Il «Pacchetto» si articola infatti su diverse grandi aree di intervento che toccano l'assistenza pediatrica, la frequenza agli asili nido, l'assistenza di un familiare non autosufficiente e i grandi eventi. Nel corso del 2011 sono state attivate poi ulteriori garanzie come la tutela della paternità, l'estensione dell'assistenza pediatrica ai figli fino all'età di 12 anni e la procreazione assistita. E sono state proprio le nuove prestazioni a dare nuovo impulso al Pacchetto famiglia che nel 2011 ha fornito circa 6,4 mila prestazioni al popolo degli studi, per un controvalore di 2,5 milioni di euro. Naturalmente le garanzie più gettonate rimangono la frequenza di asilo nido e l'assistenza pediatrica, ma anche le nuove garanzie cominciano a prendere piede. Assistenza pediatrica aggiuntiva, procreazione medicalmente assistita e paternità rappresentano infatti il 6% del budget della Cassa dedicato al Pacchetto famiglia.

vota