Consulenza o Preventivo Gratuito

Processo tributario Notifiche via Pec

del 13/03/2012
di: La Redazione
Processo tributario Notifiche via Pec
Notifiche via Pec nel processo tributario ai blocchi di partenza. Il decreto ministeriale attuativo è stato infatti inviato al Cpgt e al Digitpa per il parere e dovrebbe vedere la luce nelle prossime settimane, al massimo entro il mese di maggio. Le comunicazioni tramite posta elettronica certificata partiranno in via sperimentale nelle Ctp e Ctr di Umbria e Friuli Venezia Giulia, per essere poi estese gradualmente su tutto il territorio nazionale. Ad annunciarlo è Fiorenzo Sirianni, direttore della giustizia tributaria presso il dipartimento delle finanze, intervenuto sabato a Milano all'inaugurazione dell'anno giudiziario tributario 2012 che si è svolta al palazzo di giustizia. «Il dm sarà approvato a brevissimo e partiremo con la sperimentazione in due regioni prima dell'estate», spiega Sirianni. «Stiamo lavorando anche al regolamento attuativo del processo tributario telematico, che contiamo di perfezionare entro l'anno». Il processo tributario online dovrebbe così partire nel 2013, consentendo il deposito telematico dei ricorsi, la notificazione elettronica delle sentenze alle parti e l'accesso via web al fascicolo informatico relativo al procedimento. «In Lombardia nell'arco di due anni vengono svolti entrambi i gradi del giudizio di merito, dal deposito del ricorso in primo grado alla comunicazione della sentenza d'appello, in piena attuazione del principio costituzionale di ragionevole durata del processo», ha evidenziato Antonio Simone, presidente della Ctr milanese, «tuttavia, l'aumento delle pendenze deve rinvenirsi nella progressiva diminuzione dei giudici in servizio presso le commissioni». E ad Alessandro Solidoro, presidente dell'Odcec Milano, «non appare razionale mantenere in vita l'incompatibilità per quei giudici che in modo saltuario o accessorio detengono le scritture contabili e redigono i bilanci».
vota