Consulenza o Preventivo Gratuito

Chiarimenti sul tirocinio

del 08/03/2012
di: Benedetta Pacelli
Chiarimenti sul tirocinio
I commercialisiti chiedono chiarimenti sulla norma contenuta nel decreto liberalizzazioni (dl 1/12) che stabilisce in 18 mesi la durata del tirocinio professionale (attualmente sono tre anni). In una lettera inviata ai due direttori generali rispettivamente della giustizia e dell'università, infatti, il Consiglio nazionale dei dottori commercialisti ed esperti contabili chiede chiarimenti su una «norma che desta perplessità» sui tempi e sulle modalità della sua entrata in vigore. Il provvedimento, si legge nella richiesta di chiarimento, dovrebbe entrare in vigore il prossimo 13 agosto 2012 termine entro il quale si dovranno adeguare gli ordinamenti professionali ma, poiché «il decreto legge non è lo strumento per dettare norme di principio» si pensa, dicono i commercialisti, «che si sia invece voluta introdurre una norma immediatamente prescrittiva». Ma le conseguenze dell'immediata entrata in vigore determinerebbero «un vero vuoto normativo». Gli aspetti maggiormente problematici riguardano la disciplina che deve essere applicata a tutti coloro che alla data di entrata in vigore del decreto legge hanno già compiuto 18 mesi di tirocinio. Ulteriori dubbi sollevati dalla lettera inviata al ministero riguardano anche la possibilità di svolgere il tirocinio professionale contestualmente al biennio di studi specialistico per una durata complessiva di due anni, mentre invece il decreto legge prevede la possibilità di svolgere il tirocinio durante gli studi solo per sei mesi e anche in concomitanza al percorso di studi per il conseguimento della laurea di primo livello. Molti ordini, infatti, chiedono se coloro che hanno compiuto già 18 mesi dovranno, comunque, arrivare a compiere i tre anni previsto dalla normativa vigente al momento della loro iscrizione al registro ma anche se può ritenersi concluso anche il tirocinio di coloro che hanno svolto 18 mesi in concomitanza degli studi specialistici senza avere ancora conseguito la laurea quinquennale.

vota