Consulenza o Preventivo Gratuito

Ecco l'albo per i curatori

del 26/01/2010
di: Valerio Stroppa e Domenico Morosini
Ecco l'albo per i curatori
Nasce l'albo degli amministratori giudiziari, che raccoglierà i professionisti abilitati dalla legge alla gestione delle aziende sottoposte a sequestro. L'albo si articolerà in due sezioni: una ordinaria e una costituita da esperti in gestione aziendale. Potranno accedervi commercialisti e avvocati. Gli iscritti al nuovo registro, che sarà istituito presso il ministero della giustizia, provvederanno alla custodia, alla conservazione e all'amministrazione dei beni sequestrati. È quanto prevede uno schema di decreto legislativo che sarà oggi all'esame del preconsiglio dei ministri, predisposto per dare attuazione alla delega recata dall'articolo 2, comma 13 della legge n. 94/2009. Al nuovo albo degli amministratori giudiziari potranno iscriversi, come detto, professionisti domiciliati in Italia che abbiano concretamente svolto l'attività professionale e che risultino iscritti da almeno dieci anni nell'albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili oppure in quello degli avvocati. Qualora un soggetto abbia frequentato corsi di formazione post-universitaria in tema di gestione di aziende o di crisi aziendali, potrà accedere al neocostituito albo anche con cinque anni di iscrizione al proprio ordine professionale. Per quanto riguarda i requisiti di onorabilità, non potranno essere iscritti all'albo coloro che si trovano in stato di interdizione o sospensione dagli uffici direttivi, oppure i soggetti sottoposti a misure di prevenzione ovvero che abbiano riportato condanne definitive alla reclusione in relazione a determinati reati (tra cui quelli contro la p.a., la fede pubblica o il patrimonio).

Qualora il ministero della giustizia (ente deputato alla vigilanza sull'albo) accerti la mancanza di uno di questi requisiti, l'iscritto avrà tempo sei mesi per regolarizzare, se possibile, la propria posizione. Viceversa, via Arenula procederà con decreto alla cancellazione dall'albo. Particolarmente importanti le norme relative alla tempistica e alla fase transitoria. Entro un anno dall'entrata in vigore del dlgs, un decreto del Guardasigilli dovrà procedere alla prima formazione dell'albo, a cui potranno accedere dottori commercialisti, esperti contabili e avvocati iscritti nei propri albi professionali da almeno cinque anni, nonché i soggetti che, pur non iscritti ad albi professionali, abbiano svolto nei cinque anni precedenti l'attività di amministratore giudiziario. È prevista poi l'emanazione di ulteriori provvedimenti attuativi. Un decreto interministeriale Giustizia-Economia fisserà i criteri per la determinazione dei compensi degli amministratori entro 90 giorni dall'entrata in vigore del dlgs. Stesso termine è previsto per l'approvazione di un dm che stabilirà le modalità di iscrizione, sospensione e cancellazione dall'albo degli amministratori giudiziari, nonché le modalità di esercizio del potere di vigilanza ministeriale.

vota