Consulenza o Preventivo Gratuito

Guida anti incendi per impianti fotovoltaici

del 24/02/2012
di: La Redazione
Guida anti incendi per impianti fotovoltaici
Arriva una nuova guida per l'installazione degli impianti fotovoltaici nelle attività soggette ai controlli di prevenzione incendi. A predisporla un apposito gruppo di lavoro, costituito da esperti del settore elettrico e approvata recentemente dal Comitato centrale tecnico scientifico per la prevenzione incendi (Ccts). Con una nota del 7 febbraio scorso (prot. n. 1324), il ministero dell'interno, dipartimento Vigili del fFuoco, ha inviato alle direzioni regionali e ai comandi dei Vigili del fuoco la nuova guida per l'installazione degli impianti fotovoltaici nelle attività soggette ai controlli di prevenzione incendi. La guida recepisce i contenuti del dpr 151/2011. E tiene conto delle varie problematiche emerse in sede periferica a seguito delle installazioni di impianti fotovoltaici.

Va detto che gli impianti fotovoltaici non rientrano fra le attività soggette ai controlli di prevenzione incendi, ma l'installazione degli stessi in funzione delle caratteristiche elettriche/costruttive e/o delle relative modalità di posa in opera, può comportare un aggravio del preesistente livello di rischio di incendio. L'aggravio potrebbe concretizzarsi, per il fabbricato servito, in termini di:

- interferenza con il sistema di ventilazione dei prodotti della combustione (ostruzione parziale/totale di traslucidi, impedimenti apertura evacuatori);

- ostacolo alle operazioni di raffreddamento/estinzione difetti combustibili; rischio di propagazione delle fiamme all'esterno o verso I'interno del fabbricato (presenza di condutture sulla copertura di un fabbricato suddiviso in più compartimenti);

- modifica della velocità di propagazione di un incendio in un fabbricato monocompartimento). Rientrano, nel campo di applicazione della seguente guida, gli impianti con tensione in corrente continua (c.c.) non superiore a 1500 V. La guida esamina dettagliatamente:

- i requisiti tecnici (ai fini della prevenzione incendi gli impianti FV dovranno essere progettati, realizzati e manutenuti a regola d'arte;

- verifiche (periodicamente e a ogni trasformazione, ampliamento o modifica dell'impianto dovranno essere eseguite e documentate le verifiche);

- segnaletica di sicurezza (l'area in cui è ubicato il generatore e i suoi accessori, qualora accessibile, dovrà essere segnalata con apposita cartellonistica conforme al dlgs 81/2008);

- salvaguardia degli operatori Vigili del fuoco (è stata presa in considerazione l'installazione di dispositivi di sezionamento per gruppi di moduli, azionabili a distanza, ma ad oggi non se ne richiede l'obbligatorietà in quanto non è nota l'affidabilità nel tempo, né è stata emanata una normativa specifica che ne disciplini la realizzazione, l'utilizzo e la certificazione);

- impianti esistenti (gli impianti fotovoltaici, posti in funzione prima dell'entrata in vigore della guida 2012 e a servizio di un'attività soggetta ai controlli di prevenzione incendi, richiedono, unicamente, gli adempimenti previsti dal comma 6 dell'art. 4 del dpr 151/2011).

vota