Consulenza o Preventivo Gratuito

Dati Iva 2012 entro il 29/2

del 17/02/2012
di: di Celeste Vivenzi
Dati Iva 2012 entro il 29/2
Entro il 29 febbraio 2012 i soggetti passivi Iva devono presentare telematicamente il Modello per la comunicazione dati Iva; tale comunicazione non è equiparata ad una dichiarazione fiscale ma ha solamente uno scopo statistico ad uso comunitario (Direttiva Ce 112/2006).

Modalità di presentazione

La Comunicazione dati Iva deve avvenire esclusivamente in via telematica tramite intermediario fiscale o in via diretta (Entratel o Fiscoonline). Per tale obbligo non è prevista la procedura del ravvedimento operoso e la scadenza resta pertanto fissata al 29 febbraio 2012 (non è nemmeno ammessa una dichiarazione integrativa).

Sanzioni previste dalla normativa

L'Omessa, inesatta o incompleta Comunicazione è soggetta ad una sanzione che va da euro 258 a euro 2.065,00.

Soggetti Obbligati:

- in via generale tutti i soggetti titolari di partita Iva compresi i soggetti che adottano il Regime delle nuove iniziative produttive; - società di capitali e persone indipendentemente dal volume d'affari realizzato.

Soggetti esonerati:

- persone fisiche con volume d'affari per l'anno 2011 non superiore a 25.000 euro (il volume non va ragguagliato ad anno); - soggetti che presentano entro il 29 febbraio 2012 la Dichiarazione Iva autonoma; - soggetti che nel 2011 si trovano nel regime dei minimi (l'esonero permane se il soggetto fuoriesce dal regime in quanto raggiunge ricavi o compensi superiori a euro 30.000 ma non a euro 45.000 , mentre decade se supera ricavi o compensi nel limite massimo dei 45.000 euro); - soggetti che hanno effettuato nel 2011 solo operazioni esenti Iva art. 10; - produttori agricoli esonerati con volume affari inferiore ai 7.000 euro; - soggetti sottoposti a procedure concorsuali (fallimento, concordato preventivo ecc.); Comuni, Province, Regioni e Amministrazioni dello Stato; Enti pubblici e le Aziende sanitarie locali; soggetti non residenti nella Ue; -soggetti che nel 2011 hanno avuto solo operazioni escluse ovvero: cessione di tabacchi, cessione di giornali, lotto e lotterie); - soggetti con detrazione Iva forfettaria ex art. 74 ovvero: imprese che esercitano attività di intrattenimento fatto salvo che non abbiamo optato per l'applicazione dell'Iva nei modi ordinari; l'imprenditore individuale con affitto di unica azienda; i soggetti domiciliati o residenti fuori della Comunità europea che esercitano attività di e-commerce e che hanno effettuato servizi nei confronti di committenti non soggetti passivi d'imposta, domiciliati o residenti in Italia o in altro Stato Ue; - Associazioni sportive che applicano la legge 398-91.

La tipologia delle operazioni da indicare

In sintesi sono da indicare le seguenti operazioni e i seguenti dati:

- operazioni Attive (con un di cui per operazioni imponibili, esenti e intra; ovvero operazioni non imponibili ai sensi degli artt. 8, 8-bis e 9, cessioni intra di cui all'art. 41 del dl 331-93; operazioni con San Marino e il Vaticano di cui all'art. 71 del dpr 633-72; operazioni esenti art. 10 e art. 10-quinques; operazioni in reverse charge di cui all'art. 17 del dpr 633-72; operazioni in regime del margine di cui all'art. 36 del dl 41-95; operazioni Iva per cassa (anche se non incassate di cui all'art. 7 del dl 185-2008; devono essere indicate anche le cessioni di beni strumentali); -l'ammontare della relativa imposta a debito; - l'indicazione delle operazioni passive (con un di cui per op. imponibili, esenti e intra) e l'ammontare della relativa imposta a credito; l'indicazione dell'imposta a debito e a credito per differenza tra le cifre sopra indicate .

Non vengono invece segnalati i versamenti, le compensazioni, le eventuali rettifiche d'imposta o le richieste di rimborso; non vanno indicate le operazioni escluse da Iva (art. 2, art. 15 e fuori campo), le operazioni relative alle prestazioni di servizi effettuate nel 2011 verso soggetti Iva non residenti in Italia (es. art. 7-ter), le autofatture annotate nel registro delle fatture emesse ai sensi dell'art. 17 del dpr 633-72 e i dati rettificativi relativi all'eventuale pro-.rata per operazioni esenti.

Soggetti che esercitano più attività

I Soggetti che esercitano più attività devono presentare un solo modello di Comunicazione dati Iva .

Presentazione di operazioni straordinarie (Conferimenti, donazioni, successioni, fusioni e scissioni)

In caso di soggetti che hanno dato vita ad operazioni straordinarie vanno presentati più moduli per i relativi periodi (occorre quindi presentare diverse Comunicazioni prima e dopo le suddette variazioni).

vota