Consulenza o Preventivo Gratuito

Agevolazioni precluse alle ville

del 15/02/2012
di: di Benito Fuoco e Nicola Fuoco
Agevolazioni precluse alle ville
Ad una abitazione inserita una zona che, secondo lo strumento urbanistico, sia destinata alla costruzione di «ville», viene automaticamente preclusa l'agevolazione per l'acquisto della prima casa. Il diritto all'agevolazione fiscale, infatti, non riguarda solo i requisiti interni che l'abitazione deve possedere per non essere considerata di lusso, ma la destinazione prevista dagli strumenti urbanistici può, da sola, essere sufficiente a definire l'immobile di lusso; così da determinarne l'esclusione dalle agevolazioni fiscali previste per l'acquisto della «prima casa». Sono le conclusioni che si leggono nella sentenza n. 277/29/2011 della Ctr Lazio. I giudici, riformando la decisione di primo grado che aveva ritenuto spettanti le agevolazioni fiscali, hanno stabilito che anche solo l'appartenenza ad una zona di pregio delle previsioni di piano regolatore può costituire un motivo sufficiente a negare i benefici fiscali per l'acquisto della prima casa. Le agevolazioni fiscali richieste per l'acquisto della prima casa competono in presenza di particolari condizioni soggettive ed oggettive, determinate secondo i criteri di cui al decreto del ministero dei lavori pubblici 2 agosto 1969; le particolari caratteristiche delle unità abitative consentono l'applicazione di minori aliquote da calcolare sul trasferimento delle abitazioni che non siano di lusso sia ai fini Iva che dell'imposta di registro. Gli articoli compresi tra uno e sette di questo decreto ministeriale individuano le singole caratteristiche, in presenza delle quali l'abitazione è considerata tale; mentre, nel successivo articolo 8, lo stesso decreto considera abitazioni di lusso le case e le singole unità immobiliari che abbiano oltre quattro delle caratteristiche tra quelle indicate nella tabella allegata. «La lottizzazione Colle Diana», osservano i giudici regionali, «ricade in una area sottoposta a pianificazione attuativa e convenzionata… che prevede esplicitamente l'obbligo di costruzione a ville». Il collegio romano conclude dicendo che le abitazioni realizzate su aree destinate dagli strumenti urbanistici vigenti con la tipologia ricadente nelle ville (ovvero da qualificarsi come abitazioni di lusso) non possono godere delle agevolazioni per l'acquisto della prima casa di abitazione.

vota