Consulenza o Preventivo Gratuito

Il Rid proroga i termini

del 09/02/2012
di: di Carla De Lellis
Il Rid proroga i termini
Se la scadenza per il pagamento di contributi volontari, da riscatto, ricongiunzione e rendita vitalizia cade di sabato o altro giorno non lavorativo per le banche, il versamento è comunque utile anche se la banca lo addebita il primo giorno non festivo successivo. Lo spiega l'Inps nel messaggio n. 2040/2012. Il chiarimento è stato necessario dopo che l'Inps ha consentito di pagare i contributi con il servizio di autorizzazione permanente di addebito diretto su conto corrente bancario (Rid). Un servizio che, come noto, prevede un'autorizzazione continuativa conferita dal debitore alla propria banca di accettare gli ordini di addebito provenienti dal creditore (Inps). Succede quindi che l'Inps, inviando alle banche l'ordine di addebito, indica anche come termine l'ultimo giorno del mese o l'ultimo giorno del trimestre successivo a quello per cui si effettua il pagamento (versamenti volontari). In questi casi, precisa l'Inps, il versamento s'intende comunque eseguito entro i termini, anche se la scadenza calde di sabato e la banca indica al proprio correntista, quale giorno di addebito, il primo giorno utile successivo al sabato.

vota