Consulenza o Preventivo Gratuito

La confisca pareggia l'Iva evasa

del 09/02/2012
di: di Debora Alberici
La confisca pareggia l'Iva evasa
È legittima la confisca dei beni dell'imprenditore, anche quelli cointestati, per un ammontare pari all'Iva evasa dalla società. È quanto stabilito dalla Corte di cassazione con la sentenza n. 4956 dell'8 febbraio 2012. Dunque, ad avviso della terza sezione penale che ha confermato la misura sui beni di un manager intestati e cointestati, nei casi in cui il profitto consiste nel denaro (come ad esempio l'evasione dell'Iva), appare difficile subordinare l'operatività del sequestro alla verifica che il profitto del reato sia confluito effettivamente nella disponibilità dell'indagato in quanto, trattandosi di sequestro per equivalente, tale necessità deve ritenersi superata. In altri termini, «subordinare l'operatività del sequestro (o la confisca) per equivalente a tale condizione vorrebbe dire negare lo stessa funzionalità della misura e ristabilire la necessità di un nesso pertinenziale tra res e reato che la legge non richiede. In questo tipo di confisca il denaro oggetto di ablazione non è necessariamente il denaro proveniente dal delitto, ma una somma di denaro che equivale a quella, cioè il tandundem, che corrisponde solo per valore al prezzo o al profitto del reato». In conclusione, nel caso dell'art.322 ter cp. la confisca per equivalente non presuppone la dimostrazione del nesso pertinenziale tra reato e somme confiscate (o sequestrate) e, inoltre, viene meno la necessità di verificare, preliminarmente, se il bene sia entrato o meno nel patrimonio dell'indagato per tentarne il recupero. Sono infatti assoggettabili alla confisca di cui all'art.322 ter c.p. beni nella disponibilità dell'indagato per un valore corrispondente a quello relativo al profitto o al prezzo del reato. La vicenda riguarda un imprenditore genovese indagato per omesso versamento dell'Iva. All'uomo le autorità avevano sequestrato, per poi confiscare, beni mobili e immobili, anche cointestati con la società, per un importo di 50 mila euro, pari, cioè, all'imposta non pagata.

vota