Consulenza o Preventivo Gratuito

Riduzione contributi per 3 anni

del 27/01/2012
di: di Debora Alberici
Riduzione contributi per 3 anni
I geometri neo-iscritti alla Cassa hanno diritto alla riduzione del contributo solo per i primi tre anni e non per il quarto. È quanto affermato dalla Corte di cassazione che, con la sentenza n. 1111 del 26 gennaio 2012, ha accolto il ricorso della Cassa previdenziale dei geometri presentato contro la decisione della Corte d'appello di Napoli che l'aveva condannata a risarcire un giovane geometra per i contributi versati in eccesso.

La vicenda ha preso le mosse dalla richiesta, avanzata da un giovane professionista, di restituzione di parte dei contributi versati in più. Somme corrisposte a titolo di cautela, ma delle quali aveva poi chiesto indietro la metà in virtù delle norme che prevedono la riduzione del contributo in favore dei geometri neo-iscritti, under 25.

In poche parole la questione verteva sulla durata dell'agevolazione: se solo per il primo anno di iscrizione e i due successivi o anche per il quarto. Ad avviso dei giudici di merito tale agevolazione doveva avere una estensione massima. Di diverso avviso la sezione lavoro della Suprema corte. Gli Ermellini, infatti, ribaltando la decisione di merito, hanno accolto il ricorso della Cassa e, dando un'interpretazione letterale alle norme dei professionisti under 25, hanno affermato che «l'art. 10, quarto comma, della legge 20 ottobre 1982, n. 773 (di Riforma della Cassa nazionale di previdenza ed assistenza a favore dei geometri), il quale prevede che per i geometri che iniziano la professione e che si iscrivono per la prima volta alla Cassa prima di aver compiuto i 25 anni di età, il contributo di cui ai primi due commi del presente articolo è ridotto alla metà per l'anno di iscrizione e peri due anni successivi, va interpretato nel senso che la riduzione ivi contemplata va calcolata sui contributi soggettivi che il professionista è tenuto a versare nelle annualità espressamente contemplate dalla norma e non già anche sul contributo che il medesimo dovrà corrispondere nel quarto anno di iscrizione, ancorché tale contributo debba essere determinato percentualmente al reddito professionale netto prodotto nell'anno precedente, quale risultante dalla relativa dichiarazione ai fini dell'lrpef».

vota