Consulenza o Preventivo Gratuito

Finanziamenti illeciti, nel 2011 la Gdf ha pizzicato 18 mila truffatori

del 26/01/2012
di: La Redazione
Finanziamenti illeciti, nel 2011 la Gdf ha pizzicato 18 mila truffatori
Nel 2011 la guardia di finanza ha denunciato 17.966 «parassiti» per truffa allo Stato, accertato danni erariali per 2 miliardi di euro; bloccati illeciti finanziamenti comunitari e nazionali per quasi 700 milioni di euro. Sono stati inoltre smascherati oltre 4.300 «finti poveri» che beneficiavano di aiuti statali, scoperte truffe al servizio sanitario nazionale per 277 milioni di euro e individuati 1.140 dipendenti pubblici che svolgevano il «doppio lavoro». In particolare, nello scorso anno, nell'ambito della lotta alle truffe perpetrate in occasione di finanziamenti comunitari, sono stati denunciati dalla guardia di finanza 860 persone che avevano percepito o richiesto, illecitamente, aiuti comunitari per oltre 250 milioni di euro. Ai responsabili sono stati inoltre sequestrati, anche nella forma «per equivalente», quasi 100 milioni di euro. In oltre 3 mila interventi, sono state denunciate 10.525 persone per aver fraudolentemente richiesto, a favore delle proprie imprese, finanziamenti nazionali o locali, bloccati, però, in tempo dalle fiamme gialle. In totale, ammontano a 426 milioni i fondi che, senza l'intervento della guardia di finanza, sarebbero stati illegittimamente erogati. Nel comparto della spesa sanitaria, a fronte di 2 mila interventi, sono state denunciate 2.223 persone con la scoperta di truffe ai danni del Servizio sanitario nazionale per 277 milioni di euro. Sono stati inoltre eseguiti 858 interventi, d'iniziativa o su delega della Corte dei Conti, che hanno consentito di far emergere in totale sprechi per oltre 2 miliardi di euro, e di questi, 291 milioni di euro sono i danni erariali collegati alla spesa sanitaria. Ancora, nel comparto degli aiuti economici e dei servizi sociali di assistenza, come ad esempio i contributi dei Comuni per gli affitti, per le mense scolastiche, le borse di studio, le agevolazioni per le tasse universitarie per chi dichiarava di possedere redditi minimi, et similia, sono stati effettuati dai finanzieri quasi 17 mila controlli, con la scoperta e la denuncia di 4.358 finti poveri che avevano illegittimamente percepito i contributi. Numerosi, infine, i casi scoperti di incompatibilità e di doppio lavoro a carico di dipendenti statali: 1.140 soggetti in capo ai quali, a fronte di compensi percepiti per 6 milioni di euro, sono state elevate sanzioni per 13 milioni di euro.

vota