Consulenza o Preventivo Gratuito

Beni dell'impresa in godimento da comunicare

del 25/01/2012
di: La Redazione
Beni dell'impresa in godimento da comunicare
Le società e le imprese individuali, o in alternativa i soci delle società ovvero i familiari dell'imprenditore, saranno a breve tenuti a trasmettere all'Anagrafe tributaria, entro il 31/03/2012, una comunicazione telematica contenente l'elenco dei beni e i dati anagrafici dei soggetti (soci o familiari dell'imprenditore) che hanno ricevuto in godimento tali beni dell'impresa, nonché i finanziamenti e le capitalizzazioni effettuati e ricevuti.

Sembrerebbero esclusi dall'adempimento i professionisti ed i loro familiari. Con il Provvedimento del 16/11/2011 è stata infatti data attuazione alla disposizione di cui all'articolo 2, comma 36-sexiesdecies del decreto-legge 13/8/2011, n. 138, convertito dalla legge 14/9/2011, n. 148, con riferimento anche a quanto previsto dal medesimo articolo 2, commi da 36-terdecies a 36-duodevicies.

La comunicazione dovrà contenere, per ciascuno dei beni:

  • l'indicazione dei dati anagrafici del soggetto beneficiario;

  • la data di inizio e di fine della concessione in godimento (all'interno del periodo di imposta 2011);

  • la data, l'identificativo e la tipologia di contratto (comodato/caso d'uso/altro);

  • l'eventuale corrispettivo pagato dal socio o dal familiare in relazione all'utilizzo effettuato;

  • la tipologia del bene (autovettura/altro veicolo/unità da diporto/aeromobile/immobile/altro).

    Per ciascuna tipologia di bene occorrerà inoltre indicare:

  • per le autovetture e gli altri veicoli, il numero di telaio;

  • per le unità da diporto, i metri;

  • per gli aeromobili, la potenza del motore in KW;

  • per gli immobili, comune, provincia, foglio, particella.

    La norma prevede anche l'indicazione, nella comunicazione, dei finanziamenti o delle capitalizzazioni realizzati dall'impresa. Circa questa informazione da indicare ci sono al momento due ipotesi:

  • il tracciato è strutturato in modo inequivocabile in modo tale che l'indicazione dell'importo di ciascuno dei finanziamenti o delle capitalizzazioni sia associato al bene in riferimento al quale è stato effettuato;

  • in occasione del forum che si è svolto il 18/1/2011 organizzato da ItaliaOggi e Ipsoa, al quale ha partecipato anche l'Agenzia delle entrate, a specifico quesito formulato prima dell'incontro i funzionari dell'Amministrazione finanziaria hanno precisato informalmente che «i finanziamenti ed i versamenti effettuati o ricevuti dai soci vanno comunicati, per l'intero ammontare, indipendentemente dal fatto che tali operazioni siano strumentali all'acquisizione dei beni poi concessi in godimento ai soci».

    Qualora fosse ufficializzata questa seconda interpretazione, sarebbe necessaria una modifica ai tracciati record attualmente approvati per poter consentire l'indicazione delle informazioni sui finanziamenti o sulle capitalizzazioni in modo autonomo e disaccoppiato rispetto ai beni in godimento.

    Le implementazioni dei software. Le software house che realizzano i gestionali per i Commercialisti e per le Associazioni di categoria hanno già analizzato le problematiche connesse alla possibilità di integrare le procedure di nuove funzionalità per offrire agli utenti dei loro prodotti soluzioni che facilitino l'operatività in relazione a questo nuovo adempimento e stanno già iniziando a sviluppare le procedure.

    Le funzioni di ricerca e acquisizione delle informazioni relative ai beni in godimento saranno incentrate sugli archivi del libro cespiti, mentre l'abbinamento con l'anagrafica dei soggetti che usufruiscono del bene in godimento (reperibile ad esempio da Unico) dovrà necessariamente essere effettuata dall'operatore.

    Segnaliamo infine che allo stato dell'arte vi sono alcuni dubbi operativi, quali ad esempio quelli in precedenza esplicitati sui finanziamenti o sulle capitalizzazioni, che si auspica vengano chiariti tempestivamente in via interpretativa dall'Agenzia delle entrate. La disponibilità dei prodotti software sul mercato è ipotizzabile tra fine febbraio e l'inizio di marzo.

  • vota