Consulenza o Preventivo Gratuito

Fornero-Camporese Il clima si fa rovente

del 21/12/2011
di: di Simona D'Alessio
Fornero-Camporese Il clima si fa rovente
Clima rovente fra il ministro del welfare Elsa Fornero e le casse di previdenza dei professionisti. A pochi giorni dal varo definitivo al senato della manovra (decreto 201/2011) che imporrà al sistema privatizzato un riordino entro sei mesi, in mancanza del quale verrà introdotto universalmente il metodo contributivo. Intervenendo a un convegno della Federazione nazionale della stampa per il centenario del contratto giornalistico, ieri a Roma, la numero uno di Via Veneto ha sostenuto senza mezzi termini che l'ente dei giornalisti, l'Inpgi, come quasi tutti gli altri istituti privatizzati, «ha problemi di sostenibilità», aggiungendo che bisognerebbe guardare «non solo agli attuali pensionati, ma anche a quelli futuri», e che «nessuno può chiamarsi fuori» dal restyling deciso dal governo. Immediata la replica del presidente dell'Inpgi e dell'Adepp (l'associazione dei venti enti a cui versano i contributi 2 milioni di professionisti), Andrea Camporese, che dopo aver bollato come «gravissime» le affermazioni di Fornero sulla presunta incapacità di «garantire quella solvibilità a lungo termine necessaria per pagare le future pensioni, sostenendo che i patrimoni andranno a scemare», ha evocato «la totale mancanza di conoscenza del settore», e a seguire lo spettro di «logiche che non corrispondono alla verità, ma a un progetto ben preciso che, per correttezza e coerenza, il ministro dovrebbe rendere pubblico evitando di gettare fango e panico infondato»; le allusioni si riferiscono all'ipotesi che il governo stia agendo per appropriarsi delle risorse degli istituti, i cui vertici non hanno mai nascosto di temere un colpo di mano. «Inaccettabile», poi, secondo Camporese, dire che i dati sui bilanci non sono accessibili, poiché «sono pubblicati sul sito dell'Inpgi, dopo essere autorizzati ed approvati da ben 8 organismi di controllo e dallo stesso ministero» del welfare. La strada del dialogo fra Elsa Fornero e le casse, a questo punto, appare tutta in salita.

vota