Consulenza o Preventivo Gratuito

Disabili, prospetto al 15/2

del 20/12/2011
di: di Daniele Cirioli
Disabili, prospetto al 15/2
Più tempo per la presentazione del prospetto informativo su collocamento obbligatorio. Al fine di consentire le comunicazioni relative alla nuova compensazione territoriale, il ministero del lavoro ha aggiornato gli standard tecnici con provvedimento che entrerà in vigore il 2 gennaio. Pertanto, il termine per la trasmissione del prospetto informativo è prorogata dal 31 gennaio al 15 febbraio. Lo spiega il ministero del lavoro nella nota protocollo n. 5909/2011.

Compensazione nazionale. La novità scaturisce dal dl n. 138/2011, convertito dalla legge n. 148/2011. All'articolo 9, infatti, ha previsto che gli obblighi in materia di assunzione di disabili (legge n. 68/1999) vanno rispettati a livello nazionale e che la compensazione territoriale è fatta direttamente dai datori di lavoro privati che, ferme restando le aliquote d'obbligo, possono assumere un numero di aventi diritto (disabili) presso un'unità produttiva eccedente portando in via automatica le eccedenze a compenso del minor numero di lavoratori assunti nelle altre unità produttive.

Le novità. Al fine di adeguare la modulistica (in versione telematica) al nuovo adempimento, il ministero del lavoro ha provveduto ad aggiornarla con decreto direttoriale n. 340 del 14 dicembre che entrerà in vigore il prossimo 2 gennaio Rispetto alla gestione precedente, nel nuovo prospetto vi è possibilità di dichiarare le compensazioni territoriali anche con riferimento ad altre aziende facenti parte del gruppo di impresa. Infatti, le imprese possono assumere in un'unità produttiva o, ferme restando le aliquote d'obbligo per ciascuna impresa, in un'impresa del gruppo avente sede in Italia, un numero di lavoratori aventi diritto al collocamento mirato superiore a quello prescritto, compensando in via automatica l'eccedenza nelle altre unità produttive o nelle altre imprese del gruppo aventi sedi in Italia. La presentazione del prospetto informativo con «compensazioni intergruppo», precisa la nota ministeriale, determina una situazione occupazionale che si sostanzia solo a seguito di valutazione dell'insieme dei prospetti informativi presentati a livello di gruppo. Nel consegue che le aziende interessate a tale tipologia di compensazione devono presentare il prospetto anche nel caso in cui non sono intervenuti, entro il 31 dicembre dell'anno precedente a quello dell'invio del prospetto, cambiamenti nella situazione occupazionale tali da modificare l'obbligo o da incidere sul computo della quota di riserva.

Più tempo. In considerazione delle novità introdotte dal decreto direttoriale anche la piattaforma telematica deve essere aggiornata. I nuovi servizi informativi, spiega la nota, saranno disponibili a partire dal 15 gennaio 2012; pertanto, la scadenza per la presentazione del prospetto informativo è prorogata al 15 febbraio 2012.

vota