Consulenza o Preventivo Gratuito

Sono pronti 41 nuovi codici

del 13/12/2011
di: di Matteo Rigamonti
Sono pronti 41 nuovi codici
Istituiti 41 nuovi codici tributo per il versamento di somme dovute a seguito delle comunicazioni inviate ai sensi dell'articolo 36-bis del dpr n. 600/1973. È questo il contenuto della risoluzione n. 120/E dell'Agenzia delle entrate, firmata ieri dal direttore centrale Paolo Savini. I codici, che vanno dal «900A» al «940A», saranno utilizzati dai contribuenti nell'eventualità in cui il destinatario delle comunicazioni inviate ai sensi dell'articolo 36-bis del dpr n. 600/1973, alle quali viene allegato il modello F24 precompilato, intenda versare solamente una quota dell'importo complessivo richiesto con il codice tributo «9001». In questa situazione, dovrà essere predisposto un modello F24 nel quale i codici appena istituiti saranno esposti nella sezione «Erario», esclusivamente in corrispondenza delle somme indicate nella colonna «importi a debito versati», riportando anche il codice atto e l'anno di riferimento (nella forma «AAAA») presenti nelle suddette comunicazioni.

Per i codici tributo «914A», «915A» e «916A» nel campo «rateazione/regione/prov./mese rif.» sarà indicato il codice territoriale, in base al domicilio fiscale del contribuente alla data del 1° gennaio del periodo d'imposta di riferimento, riportato nella tabella «T0 - Codici delle Regioni e delle Province autonome», pubblicata nella sezione «Codici attività e tributo» del sito www.agenziaentrate.gov.it, nella forma «00T0».

Per i codici tributo «911A», «912A» e «913A», invece, nel campo «rateazione/regione/prov./mese rif.» sarà indicato il codice territoriale, in base al domicilio fiscale del contribuente alla data del 1° gennaio del periodo d'imposta di riferimento, riportato nella tabella «T1 - Codici degli Enti Locali», pubblicata anch'essa nella sezione «Codici attività e tributo» del sito delle Entrate, nella forma «00T1».

vota