Consulenza o Preventivo Gratuito

Fisco e Figc controllano le squadre

del 13/12/2011
di: di Matteo Rigamonti
Fisco e Figc controllano le squadre
Confermato il controllo congiunto fisco-Figc sulla stabilità finanziaria delle squadre italiane. L'Agenzia delle entrate e la Federazione italiana giuoco calcio hanno infatti rinnovato il protocollo d'intesa sulla cooperazione per vigilare sui conti delle società sportive professionistiche. Al centro dell'accordo, sottoscritto dal direttore dell'Agenzia delle entrate Attilio Befera e dal presidente della Figc Giancarlo Abete, c'è lo scambio di informazioni relative agli adempimenti tributari delle società professionistiche di calcio, al fine di verificarne l'equilibrio finanziario e permettere, così, il regolare svolgimento dei campionati.

La Figc dovrà anzitutto comunicare alle Entrate, secondo modalità e principi approvati dal Coni, l'elenco nominativo delle società sportive professionistiche, completo di denominazione societaria e codice fiscale e/o partita Iva. L'Agenzia delle entrate dovrà, a questo punto, comunicare alla Federcalcio, entro il 31 maggio 2012, i risultati delle verifiche su: controlli degli adempimenti connessi al pagamento di Ires, Irap, Iva ed Irpef, riportati nelle dichiarazioni, riferiti agli anni d'imposta dal 2006 al 2009; atti divenuti definitivi con cartella di pagamento notificata entro il 30 aprile 2012; presentazione delle dichiarazioni relative al periodo d'imposta chiuso entro il 31 dicembre 2010. Il tutto nel rispetto della normativa sulla privacy.

Il protocollo è valido fino al 28 febbraio 2013, termine entro il quale dovrà essere stabilito l'eventuale rinnovo per le successive stagioni sportive.

vota