Consulenza o Preventivo Gratuito

Bollino blu per le prestazioni

del 03/12/2011
di: La Redazione
Bollino blu per le prestazioni
La qualità è online, spazio alle osservazioni fino a febbraio del prossimo anno. Gli standard di qualità già elaborati sono disponibili sul sito del Consiglio nazionale geometri e geometri laureati per la prima fase di pubblica consultazione. Tutti i professionisti possono apportare il loro contributo con commenti suggerimenti correzioni e riflessioni, per arrivare a una proposta di definizione della norma, condivisa da tutta la categoria. E non solo, ben accetta e auspicata la partecipazione anche dall'esterno, a iniziare proprio dagli esperti di settore, rappresentanti del mondo del lavoro sia pubblico che privato.

La pubblica consultazione degli standard di qualità è senza dubbio un traguardo importante, che rappresentata la fase intermedia di un processo di definizione a cui la categoria tende da tempo. Infatti la volontà di regole chiare e trasparenti in merito alla prestazione professionale, ha traghettato la categoria verso un vero e proprio processo di disciplinamento interno, basato su due presupposti principali: la garanzia per la committenza e formazione continua del professionista. Infatti già nel 2005 a Palermo, in occasione del 43° Congresso nazionale di categoria, i partecipanti al congresso votarono ed approvarono la mozione per la predisposizione di uno standard di qualità delle attività professionali.

La ricerca di un percorso normativo per la delineazione dei principi di qualità delle prestazioni professionali, ha trovato un riscontro con l'accordo del 2009, tra il Consiglio nazionale geometri e geometri laureati e Uni (Ente nazionale italiano di Unificazione) per la definizione del progetto «Standard di qualità ai fini della qualificazione professionale della categoria dei geometri». Un piano di lavoro strutturato, oggetto di puntuali verifiche, per la gestione dei processi di definizione delle specifiche tecniche per la qualificazione delle prestazioni professionali.

Un documento costituito da due parti: la prima di inquadramento generale e la seconda contenente le specifiche relative alle singole prestazioni professionali afferenti i tre grandi settori che definiscono le aree di competenza del professionista: edilizia, urbanistica e ambiente; estimo e attività peritale, e infine topografia cartografia e catasto. Le varie discipline, che mirano a raggiungere uno standard qualitativo per ogni prestazione, sono descritte nelle specifiche tecniche elaborate da un gruppo di esperti nominati dal CNGeGL.

Si tratta di fatto di disciplinari interni, per i quali Uni ha fornito il supporto metodologico necessario in merito alla stesura dei contenuti, secondo le regole editoriali proprie delle norme tecniche. E le specifiche tecniche già elaborate, sono ora in fase di pubblica consultazione. Per esempio per quanto riguarda l'area «Estimo e attività peritale» sono pubblicati i documenti relativi alla valutazione immobiliare, alla consulenza tecnica giudiziale e stragiudiziale, alla redazione di una perizia contrattuale e alla redazione della dichiarazione di successione; per quanto riguarda invece l'area «Edilizia, urbanistica e ambiente» sono online i documenti sulla progettazione, direzione lavori, sulla contabilità e sul collaudo, sulla redazione dei piani di recupero, sulla certificazione energetica e su quella acustica. Infine, per quanto riguarda l'area «Topografia, cartografia e catasto» già pronti i documenti relativi alla redazione tipo mappale, particellare, alla denuncia al catasto fabbricati, e alla redazione della voltura catastale. È partita quindi la fase online della pubblica consultazione. Di volta in volta quindi, le singole specifiche tecniche elaborate, verranno pubblicate sul sito e per i successivi cinque mesi rispetto alla data di pubblicazione, tutti gli interessati, tecnici e non, potranno inviare telematicamente le osservazioni. Appuntamento dunque sul sito del Consiglio nazionale geometri e geometri laureati (www.cng.it), per una definizione degli standard di qualità che rende partecipi tutti.

vota