Consulenza o Preventivo Gratuito

Redditometro, al lavoro sui test

del 01/12/2011
di: di Andrea Bongi e Cristina Bartelli
Redditometro, al lavoro sui test
Dei questionari-test sul redditometro, girati dalle associazioni di categoria e dai professionisti ai propri iscritti, sono stati restituiti 60 file presso la società per gli studi di settore, Sose. Il dato fa ben sperare i tecnici in un successo dell'iniziativa perché ogni singolo invio contiene più questionari. Per la valutazione e le risposte da parte di Sose c'è tempo fine a fine anno. Intanto nel nuovo redditometro la famiglia prescinde dal matrimonio. Per le abitazioni, invece, le superfici in metri quadrati vanno considerate al netto delle eventuali pertinenze quali cantine, box, e soffitte. Nel caso di acquisto di beni tramite credito al consumo occorrerà riportare le rate pagate nell'anno. Sono queste alcune delle principali faq (domande frequenti) e delle relative risposte sul nuovo redditometro (o meglio sull'applicativo Redditest). Si tratta di chiarimenti, predisposti da Sose, utili per i contribuenti e le associazioni di categoria alle prese con la compilazione dei casi ed esempi utili alla sperimentazione dello strumento di accertamento sintetico.

La famiglia redditometrica (lifestage). Il nucleo familiare del nuovo redditometro prescinde dal rigido criterio di famiglia fiscale. Saranno pertanto da classificare come coppie anche le unioni di soggetti conviventi, ancorché non sposati, nonché i c.d. nuclei familiari ricostituiti formati a seguito di scioglimento di precedenti unioni coniugali di almeno uno dei due partner. Anche il figlio sposato che convive con i genitori costituisce un unico nucleo famigliare che deve essere collocato nel gruppo «Altre tipologie». Quando i coniugi non separati né divorziati hanno un domicilio diverso l'uno dall'altro devono comunque classificarsi come coppia e non come persone sole.

Abitazioni. Nella superficie in metri quadrati richiesta per le abitazioni i contribuenti dovranno limitarsi ad indicare soltanto quella dell'abitazione escludendo le superfici delle pertinenze quali cantine, box, soffitte ecc.

Nei mesi di disponibilità delle abitazioni si dovranno indicare come mese intero i periodi di disponibilità superiori ai 15 giorni così come avviene per il calcolo dell'imposta comunale sugli immobili. Per le abitazioni in affitto utilizzate dai due coniugi, se il contratto è intestato soltanto ad uno dei due, il canone di affitto andrà riferito unicamente a quest'ultimo mentre in caso di contitolarità del contratto il canone andrà ripartito pro quota. Nella voce «Altre abitazioni» il contribuente dovrà indicare tutte le case dallo stesso possedute e per le quali vi è titolarità di un diritto reale di godimento oppure ne sostiene le spese di mantenimento.

Mezzi di trasporto. I tecnici di Sose hanno chiarito che nella voce «Caravan» vanno ricompresi anche i camper mentre i deltaplani non a motore non devono essere inseriti fra gli Aeromobili. Quando un mezzo di trasporto è preso a noleggio occorrerà indicare la spesa sostenuta per il nolo ma non il bene noleggiato tra gli autoveicoli.

vota