Consulenza o Preventivo Gratuito

I revisori a confronto sul futuro

del 04/11/2011
di: La Redazione
I revisori a confronto sul futuro
Dopo il successo del Seminario di Prato del 21 ottobre '11 il Consiglio nazionale ha assunto all'unanimità delibere di primaria e storica portata. In primis è stato approvato l'intenso programma di lavori, incontri ed eventi che caratterizzeranno il Congresso italo-europeo sul revisore legale promosso dall'Inrl in Bruxelles, presso il Parlamento europeo, e che si terrà dal 6 al 7 dicembre prossimi. Al primo appuntamento per il revisore italiano si terrà nella prestigiosa sede europea , interverrà il vicepresidente vicario del Parlamento europeo, Gianni Pittella e sono attesi i massimi esponenti dell'Unione Europea, tra cui Josè Manuel Durao Barroso, attuale presidente della Commissione europea, il vicepresidente della Commissione europea, Antonio Tajani, e numerosi europarlamentari e tra gli italiani, Cristiana Moscardini, vicepresidente della Commissione Ue per il commercio internazionale. Numerosi gli ospiti italo-europei

«Si presenta un'occasione irripetibile», ha sottolineato il presidente dell'Inrl, Virgilio Baresi, «per evidenziare le tante istanze della nostra categoria e soprattutto l'urgenza di poter disporre dei decreti attuativi per consentire ai revisori legali di svolgere appieno tutte le attività contemplate nel dlgs 39/2010 e nel dl 148/2011 che li pone al centro del risanamento economico del paese, quali arbitri imparziali nella gestione dei conti. Ricorderemo agli europarlamentari che anche in Italia, dopo una lunga attesa, il legislatore ha stabilito che la revisione è lo strumento più efficace per evitare sperperi di denaro pubblico e per rilanciare quel rigore contabile alla base di ogni attività economica sia pubblica che privata. A Bruxelles sono invitati tutti gli iscritti all'Istituto che avranno anche l'opportunità di coinvolgere colleghi professionisti esteri ed europarlamentari italiani e non, per partecipare ad un dibattito che si prospetta ricco di contenuti e di costruttive analisi sui futuri scenari che attengono le società private e gli enti pubblici e la loro gestione contabile».

Per le prenotazioni e il programma con le indicazioni utili sono riportate sul sito www.revisori.it

L'altra importante delibera scaturita dal Consiglio nazionale riguarda da vicino la formazione ed il proselitismo: è stato infatti deciso di agevolare l'adesione all'Inrl dei giovani revisori under 40 anni, con una quota d'iscrizione ridotta del 50% e di assicurare uguali agevolazioni per l'accesso ai corsi di formazione a distanza ed informazione che l'Istituto prosegue da anni con crescente successo. Uguali facilitazioni sono state deliberate per i soci aggregati dell'Istituto, tra i quali tutti gli enti pubblici e della Guardia di finanza.

«La delibera sui giovani revisori under 40 e revisori dipendenti e pensionati di enti pubblici vuole essere un messaggio forte alle nuove leve dei professionisti contabili che si trovano a contrastare un momento difficile. E proprio per tutelare i giovani professionisti ai quali è anche rivolto l'incontro», ricorda il presidente dell'Inrl, «abbiamo preso le distanze da chi, come l'Anrev, pone in discussione la modalità dell'estrazione nelle nomine. L'Inrl condivide invece, impostazione di legge perché consente pari opportunità di lavoro a tutti i dipendenti e pensionati revisori legali, ovviamente in possesso dei requisiti richiesti dalla legge, indipendentemente dall'età anagrafica».

Il Consiglio nazionale ha pure deliberato il trasferimento della sede dell'Istituto che da Via Zuretti, elegante sede storica di Milano fortemente voluto dall'indimenticabile presidente fondatore Modesto Bertolli, viene trasferita nella centralissima e prestigiosa Via Agnello, a due passi dal Duomo e da San Babila.

vota