Consulenza o Preventivo Gratuito

Addizionale Suv, si paga entro il 10 novembre

del 12/10/2011
di: Antonio G. Paladino
Addizionale Suv, si paga entro il 10 novembre
Entro il 10 novembre chi, alla data del 6 luglio scorso, era in possesso (sia come proprietario ma anche come utilizzatore in leasing) di autovetture con potenza superiore a duecento venticinque chilowatt (kw), dovrà pagare l'addizionale erariale pari a 10 euro per ogni kw che ecceda la predetta soglia, tramite modello F24. Il tutto in attesa che l'Agenzia delle Entrate metta a disposizione dei contribuenti l'apposito codice tributo. E' quanto prevede il decreto del Mineconomia 7/10/2011, sulla G.U. n. 237 di ieri, con cui si dà attuazione alle disposizioni contenute all'articolo 23, comma 21 della prima manovra correttiva dei conti pubblici del 2011 (il dl n.98/2011). Norma che, come si ricorderà, prevede che a decorrere dal 2011, sulle autovetture e sugli autoveicoli per il trasporto promiscuo di persone e cose, con potenza superiore a duecentoventicinque chilowatt, è dovuta l'addizionale erariale sulle tasse automobilistiche pari a dieci euro per ogni Kw di potenza del veicolo superiore ai predetti 225 Kw, da versare al bilancio dello Stato. Per il corrente anno, precisa il Dm, sono tenuti al pagamento coloro che al 6.7.2011 (data di entrata in vigore del citato DL n.98) risultino proprietari, usufruttuari, acquirenti con patto di riservato dominio, ovvero utilizzatori a titolo di locazione finanziaria, di veicoli con le caratteristiche sopra indicate. Solo per il corrente anno, il Dm precisa che l'addizionale in esame dovrà essere corrisposta entro trenta giorni dalla data di pubblicazione dello stesso sulla Gazzetta Ufficiale, attraverso l'utilizzo del modello F24, escludendo sin d'ora qualsiasi forma di compensazione a vale su crediti tributari. Dal prossimo anno (e così per gli anni successivi), il pagamento dell'addizionale erariale andrà effettuato contestualmente al pagamento della tassa automobilistica. A breve, al fine di prevede il pagamento contestuale della tassa automobilistica e dell'addizionale erariale, così da permettere il riversamento di quest'ultima nelle casse erariali, il Dm precisa che occorrerà attendere un ulteriore Dm, d'intesa con l'Agenzia delle entrate, con cui saranno individuate le “tempistiche e i criteri di adeguamento”, ai sistemi e alle modalità di pagamento individuate dai singoli enti impositori per il versamento della tassa automobilistica. In ogni caso, in attesa di poter attivare ulteriori modalità di pagamento, il versamento dell'addizionale dovrà essere effettuato tramite modello F24. L'ultimo step è quello di attivare il codice tributo relativo al pagamento dell'addizionale erariale, così da permetterne il corretto versamento, ma occorrerà attendere apposita risoluzione dell'Agenzia delle Entrate che, visti i tempi ristretti chiesti per il versamento, dovrebbe vedere presto la luce.

vota