Consulenza o Preventivo Gratuito

Ora le casse pianificano le riforme

del 27/09/2011
di: Pagina a cura di Simona D'Alessio
Ora le casse pianificano le riforme
La sostenibilità trentennale dei bilanci, paletto ineludibile stabilito dal comma 763 della Finanziaria 2007, è una missione possibile per le casse di previdenza privatizzate di giornalisti, ragionieri e geometri. A confermarlo, dati e (soprattutto) rilevazioni attuariali alla mano, sono gli stessi vertici degli enti che, sotto la spinta dei ministeri vigilanti (economia e welfare), hanno messo in campo una «cura ricostituente» di lungo periodo per rendere più solidi nel tempo i conti, e garantire le prestazioni pensionistiche agli iscritti. All'indomani della pubblicazione di un dossier sullo stato di salute di quattro casse (si veda ItaliaOggi Sette di ieri), soltanto quella dei medici, l'Enpam, ha rifiutato di rispondere alle nostre domande. Quanto alle altre, appare, invece, chiaro come il loro cantiere delle riforme abbia operato a pieno regime nei mesi precedenti: c'è chi ha già trasmesso ai dicasteri competenti una revisione del proprio sistema pensionistico e attende il responso governativo entro la fine del 2011 (gli istituti dei giornalisti e dei geometri) e chi (i ragionieri) hanno fatto sapere che non intendono adottare alcuna iniziativa nell'anno in corso, però sono al lavoro per definire un progetto più ampio che si tradurrà in un «intervento di carattere strutturale», che tenga conto della peculiarità di una categoria che ritiene necessaria e urgente la riapertura del flusso delle iscrizioni ai suoi elenchi, magari anche accogliendo professionalità che svolgono un'attività simile, per incrementare la mole dei contribuenti. I tre enti hanno illustrato i parametri per risultare sostenibili ben oltre i 30 anni, e le misure preventivate riguardano prevalentemente l'incremento dell'aliquota soggettiva e integrativa. Una scelta obbligata e non indolore, perché consapevoli di chiedere un sacrificio ulteriore agli iscritti, imponendo loro versamenti maggiori in una stagione finanziaria difficile.
vota