Consulenza o Preventivo Gratuito

Inps e Inail incrociano i dati

del 04/08/2011
di: di Carla De Lellis
Inps e Inail incrociano i dati
Sulla vigilanza, forze unite tra Inps e Inail. Ieri, infatti, i due istituti hanno sottoscritto un protocollo d'intesa per attivare lo scambio delle informazioni contenute nei rispettivi archivi, al fine di rendere più efficaci le attività di analisi del rischio, di ispezione e di controllo. Lo rende noto un comunicato congiunto, Inps e Inail, diffuso ieri. L'impresa assicurata all'Inps ma non all'Inail, pertanto, adesso diventa un bersaglio facile per gli ispettori; come pure eventuali differenze di retribuzioni dichiarate ai due istituti.

Lo scambio di dati e di informazioni previsto dalla convenzione si inserisce nel più ampio processo di razionalizzazione dell'attività ispettiva, avviato con la riforma del 2004 (dlgs n. 124/2004) che ha riordinato le funzioni di vigilanza in materia di lavoro e previdenza sociale, svolte anche dal personale degli enti previdenziali. La convenzione, si legge ancora nel comunicato, consentirà di elevare l'efficacia e l'efficienza dell'azione ispettiva nella lotta all'evasione contributiva e al lavoro sommerso, consentendo di programmare l'attività indirizzandola su obiettivi concreti utilizzando al meglio le risorse disponibili. Inps e Inail hanno concordato la reciproca disponibilità all'accesso ai dati all'interno della rete nell'ambito del sistema pubblico di connettività (Spc di cui al dlgs n. 82/2005, il «codice dell'amministrazione digitale») e all'interno della rete intranet, secondo le seguenti modalità: a) consultazione on-line dei dati resi disponibili dalle Parti attraverso un portale; b) cooperazione applicativa secondo i protocolli standard previsti in Spc, che consentono l'accesso ai dati tramite l'interazione di componenti applicative delle Parti; c) servizi di fornitura massiva attraverso scambi di flussi su supporto informatico (Cd, Dvd, Ftp) o altro collegamento concordato. Infine, il comunicato spiega che la convenzione ha durata di tre anni, automaticamente rinnovabile.

«La difesa della legalità nel mercato delle imprese e del lavoro dispone oggi di un nuovo strumento», ha commentato il presidente dell'Inps, Antonio Mastrapasqua. «Grazie anche alla firma di questa convenzione continua l'impegno dell'istituto che vuole operare a 360 gradi, nella massima condivisione, con tutti gli altri soggetti del sistema Welfare», ha aggiunto il presidente dell'Inail, Marco Fabio Sartori.

vota