Consulenza o Preventivo Gratuito

Crediti Iva ante-incorporazioni mai al gruppo

del 30/07/2011
di: Sandro Zuliani
Crediti Iva ante-incorporazioni mai al gruppo
Il credito Iva maturato dalla società estranea alla procedura di liquidazione Iva di gruppo prima dell'incorporazione in una società aderente alla procedura non può essere trasferito al gruppo. Lo chiarisce l'Agenzia delle entrate con la risoluzione n. 78 del 29/7/2011, precisando le modalità di compilazione della dichiarazione annuale. L'agenzia osserva che, in base all'art. 73, terzo comma, del dpr 633/72 e al dm 13/12/1979, le società che partecipano alla liquidazione di gruppo perdono la disponibilità dei propri crediti o debiti Iva periodici, che devono essere trasferiti al gruppo. L'art. 2 del dm, inoltre, stabilisce che possono partecipare all'Iva di gruppo solo gli enti e le società di capitali le cui quote o azioni sono possedute per oltre il 50% da un'altra società del gruppo almeno dal 1° gennaio dell'anno solare precedente.

Queste limitazioni mirano a prevenire l'utilizzo strumentale della procedura Iva di gruppo, evitando che ne beneficino quei soggetti che sono vincolati solo occasionalmente e temporaneamente.

Allo stesso fine, la legge 244/2007 ha introdotto un'ulteriore limitazione, prevedendo che i soggetti che partecipano per la prima volta alla liquidazione di gruppo non possono far confluire nella procedura il credito Iva derivante dal periodo d'imposta precedente, credito che resta quindi definitivamente nella disponibilità della società che ne è titolare, la quale potrà compensarlo orizzontalmente, o chiederlo a rimborso in presenza dei presupposti di legge.

Venendo alla questione specifica, l'agenzia ritiene che in caso di incorporazione di una società esterna alla procedura di gruppo da parte di una società che invece vi partecipa, il credito maturato dall'incorporata nel corso dell'anno in cui è avvenuta l'incorporazione non possa mai confluire nell'Iva di gruppo, analogamente a quanto già chiarito con risoluzione n. 92/2010 con riguardo al credito dell'anno precedente della società incorporata. L'incorporante può quindi trasferire al gruppo solo il saldo, a debito o a credito, derivante dalle operazioni compiute dall'incorporata nel mese o trimestre in corso alla data in cui ha effetto l'incorporazione, poiché assorbe tale saldo nella propria liquidazione periodica. Infine, il credito maturato dall'incorporata prima dell'incorporazione sarà riportato sia nel rigo VL10 sia nel rigo VL23 del relativo modulo della dichiarazione annuale prodotta dall'incorporante; quest'ultima indicherà invece nei righi VL8 e VL10 del proprio modulo il credito Iva riferito al periodo d'imposta precedente l'ingresso nell'Iva di gruppo e non trasferibile al gruppo stesso.

vota