Consulenza o Preventivo Gratuito

Banca, scambio allo sportello

del 12/07/2011
di: Carla de Lellis
Banca, scambio allo sportello
Scambio senior-junior in banca. L'accordo siglato l'8 luglio tra Abi e sindacati prevede infatti la possibilità di accedere anche a contratti di solidarietà espansivi, per una durata massima di 48 mesi, al fine di favorire l'occupazione stabile di giovani in cambio della fuoriuscita di lavoratori più prossimi al pensionamento.

L'accordo, in via di principio, è una proroga delle misure già previste dal dm n. 158/2000 (fondo di solidarietà per il sostegno del reddito, dell'occupazione e della riconversione e riqualificazione professionale), al fine «di fronteggiare le tensioni occupazionali nell'ambito del sistema bancario mitigando le ricadute sociali e senza oneri per la collettività» (infatti, l'allegato all'accordo contiene le modifiche normative da apportare al regolamento approvato dal citato dm).

Tra le novità, il nuovo accordo prevede che le parti aziendali o di gruppo possano pervenire ad accordi per la definizione di piani di esodo incentivati e volontari, rivolto a tutto il personale dipendente in possesso dei requisiti per l'accesso alle prestazioni straordinarie del fondo. Nei confronti dei lavoratori la cui pensione è integralmente calcolata con il sistema retributivo, l'assegno straordinario netto, erogato per un massimo di 60 mesi, sarà ridotto dell'8% se l'ultima retribuzione non supera i 38 mila euro, ovvero dell'11% in caso contrario.

Novità assoluta è la previsione del ricorso ai contratti di solidarietà, sia difensivi che espansivi. Nel primo caso, alle parti è concessa la facoltà di ricorso a contratti di solidarietà fino al 50% dell'orario contrattuale, di durata fino a 24 mesi, elevabili a 36 con un ulteriore accordo tra le parti. In tal caso, ai lavoratori verrà garantita una copertura economica complessiva sino all'80% della retribuzione lorda non percepita a seguito della minore prestazione, con la rinuncia da parte delle aziende (da consacrarsi negli specifici accordi) alla quota di contributo pubblico spettante per legge, da devolvere a favore dei lavoratori interessati. Nel secondo caso, la previsione del ricorso a contratti di solidarietà espansiva è prevista allo scopo specifico di favorire l'occupazione stabile di giovani. I contratti potranno avere una durata massima di 48 mesi e si applicheranno nei confronti dei lavoratori che volontariamente si renderanno disponibili. L'accordo prevede che l'accesso alle prestazioni straordinarie dovrà avvenire con modalità tali da evitare al lavoratore penalizzazioni per quanto attiene alla contribuzione correlata.

Infine, l'accordo prevede l'istituzione entro il prossimo 1° settembre, con termine dei lavori entro il 31 gennaio del prossimo anno, di un'apposita commissione paritetica di studio per approfondire i profili tra le prestazioni straordinarie del fondo e gli altri strumenti di sostegno previsti dalla legislatura e dalla contrattazione collettiva.

vota