Consulenza o Preventivo Gratuito

Agenzia antifrode verso il traguardo

del 07/07/2011
di: La Redazione
Agenzia antifrode verso il traguardo
Lo scorso 30 giugno la VI Commissione Finanze della Camera il ddl sulla cd. Agenzia antifrode. Confermata la presenza nel Gruppo di lavoro - così come richiesto a gran voce dallo Sna - di un rappresentante degli intermediari assicurativi che affiancherà i rappresentanti designati, in numero di uno ciascuno, rispettivamente dal Ministero dello sviluppo economico, dal Ministero dell'interno, dal Ministero dell'economia e finanze, dal Ministero della Giustizia, dal Ministero della difesa, dall'Isvap, dall'Ania, dalla Consap. Il testo è ora trasmesso all'esame, in III lettura, alla X Commissione Industria del Senato. «L'accelerazione che ha avuto nell'ultimo periodo l'iter legislativo che ha condotto all'approvazione del testo in Commissione, evitando la votazione in aula», ha dichiarato il presidente Sna, Giovanni Metti, «va nella direzione da noi tutti auspicata. Esprimiamo riserve sul progetto di dematerializzazione dei contrassegni e stiamo valutando l'opportunità di un simile provvedimento. Primo fra tutti, lo Sna ha segnalato alle forze politiche l'urgenza di portare a compimento il provvedimento di costituzione dell'Agenzia antifrode per affrontare con una maggiore forza d'urto i problemi che affliggono, soprattutto nel sud del paese, il settore della Rc auto. L'effetto dovrebbe essere quello di calmierare le tariffe attraverso un maggior controllo di quelle dinamiche distorsive che si innescano quando alle compagnie giungono le richieste di risarcimento. Certo è che l'Agenzia antifrode rappresenta soltanto il primo passo verso il ripristino delle normali condizioni di operatività del mercato assicurativo auto, le quali non possono non prevedere un'effettiva liberalizzazione del mercato con una maggiore presenza capillare delle compagnie e la riduzione di tutti gli oneri che al momento rendono oltremodo vischiosa l'attività degli agenti di assicurazione».

vota