Consulenza o Preventivo Gratuito

Revisori negli enti locali, istruzioni per i professionisti

del 28/06/2011
di: di Valerio Stroppa
Revisori negli enti locali, istruzioni per i professionisti
Aggiornamento annuale per l'elenco dei professionisti che detengono i requisiti per poter essere nominati revisori negli enti pubblici locali. Condizione per l'accesso all'elenco sarà il possesso di sei crediti formativi maturati nell'anno. Per il 2011, tuttavia, saranno sufficienti tre crediti; l'elenco sarà predisposto a fine anno. È quanto prevedono le linee guida trasmesse ieri dal Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili agli ordini territoriali per la segnalazione alle p.a. degli iscritti che abbiano maturato specifici crediti formativi nella revisione economico-finanziaria. Tale tematica, infatti, è stata recentemente oggetto delle modifiche apportate sia dal parlamento sia dal ministero dell'interno, nell'ottica di introdurre l'obbligatorietà della formazione professionale specifica per i revisori degli enti locali. Il Cndcec, con delibera n. 37 del 16 marzo 2011, ha disposto l'istituzione di un elenco, da allegare all'albo, nel quale inserire i commercialisti in possesso dei crediti formativi nella specifica area della revisione negli enti pubblici locali. L'elenco, spiegano le linee guida, dovrà essere aggiornato ogni anno dai singoli ordini, in occasione della predisposizione dell'albo professionale, e andrà comunicato agli enti locali presenti sul territorio di rispettiva competenza. L'invito del Consiglio nazionale a tutti gli Odcec, infine, è quello di farsi parte integrante nell'attività di formazione, anche attraverso convenzioni con la Ssai e Sspa.

vota