Consulenza o Preventivo Gratuito

Batterio killer, via alle domande per gli aiuti europei

del 21/06/2011
di: La Redazione
Batterio killer, via alle domande per gli aiuti europei
Via libera alle domande per incassare gli aiuti europei in favore degli agricoltori ortofrutticoli danneggiati dal crollo di consumi, conseguente alla psicosi del batterio killer. Sabato, sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea legge 160 del 18 giugno 2011, è stato pubblicato il Regolamento n. 585/2011 della Commissione, del 17 giugno 2011, che istituisce misure di sostegno eccezionali a carattere temporaneo per il comparto. Sul piatto finanziamenti per 210 mln di euro, in aggiunta alle risorse già previste dalla legislazione comunitaria per le organizzazioni dei produttori (si veda, da ultimo, ItaliaOggi del 18 giugno 2011). Il provvedimento è da subito operativo. Intanto a Bruxelles, la Commissione ha già pronti i moduli per gli stati membri, che entro il 18 luglio dovranno inviare la richiesta di compensazione certificando i volumi totali dei prodotti ritirati dal mercato. Cosa non facile, visto che si tratta di prodotti ad elevata deperibilità. Il piano della Commissione prevede la pubblicazione dei dati finali delle compensazioni il 22 luglio. E il pagamento di massimo il 50% del prezzo della normale produzione prevista nel mese di giugno. Le misure finanziate sono indicate in un decreto firmato la scorsa settimana dal ministro per le politiche agricole, Francesco Saverio Romano. I prodotti oggetto dell'intervento straordinario sono: cetrioli, pomodori, insalate, indivie, peperoni e zucchine. Il dm, in pratica, avvia il ritiro dal mercato dei prodotti interessati dalla crisi e punta a correggere alcuni squilibri economici, generati dall'impatto mediatico sui consumi di ortofrutta della variante tedesca del batterio escherichia coli.
vota