Consulenza o Preventivo Gratuito

Ore decisive per i revisori legali

del 13/05/2011
di: La Redazione
Ore decisive per i revisori legali
Il futuro dei revisori legali italiani passa oggi per Milano, dove presso la sede dell'Istituto nazionale revisori legali di via Zuretti si terrà una delle più significative assemblee dei delegati degli ultimi anni. Nella fitta agenda dei lavori, infatti, che verranno aperti dalla relazione del Consiglio nazionale presieduto da Virgilio Baresi e dalla relazione del tesoriere dell'Inrl sul bilancio a consuntivo del 2010, i vertici dell'Istituto dibatteranno con i delegati provenienti da tutta Italia, le azioni più appropriate da intraprendere sui temi che possono delineare gli scenari futuri dell'attività professionale di revisione. Innanzitutto lo stallo dei decreti attuativi del dlgs 39/2010 che registrano ormai un ritardo inaccettabile di dieci mesi allorché gli interlocutori istituzionali avevano previsto un varo tempestivo.

«Ai delegati dell'Istituto», evidenzia il presidente dell'Inrl, «prospetteremo l'idea di prendere in seria considerazione la strada della class action, poiché questa mancata attuazione si è già tradotta in un danno patrimoniale di centinaia di milioni di euro per migliaia di professionisti, impossibilitati a espletare la propria libera professione, nella pienezza dei compiti loro assegnati dal dlgs. Così come ribadiremo l'irrinunciabile titolarità per i revisori della rappresentanza tributaria che rappresenta un aspetto cruciale per la crescita professionale e che peraltro ha sempre potuto contare sul pieno riconoscimento bipartisan delle forze politiche. Accanto a questo tema», prosegue Baresi, «in assemblea apriremo anche un ampio dibattito interno sul progetto previdenziale, oggi più che mai alla vigilia di una evoluzione di fondamentale importanza per la categoria, soprattutto nei confronti dei giovani professionisti che hanno tutto il diritto di poter guardare al loro futuro con le più ampie garanzie possibili in materia pensionistica. Abbiamo già avviato concreti colloqui con le Casse delle professioni contabili, e in particolare con la Cassa ragionieri siamo giunti a costruttive sinergie. Ora bisogna individuare con attenzione il percorso più idoneo per coniugare gli interessi della categoria con i richiami al virtuosismo nei bilanci delle Casse professionali, lanciati proprio recentemente dal ministero del lavoro».

Nel corso dell'assemblea, poi, verrà ufficializzata la proposta del primo congresso europeo dei revisori legali che si terrà nel prossimo autunno a Bruxelles presso il Parlamento europeo e sarà analizzata l'evoluzione della formazione a distanza che l'Inrl continua a svolgere con crescente successo e la organizzazione delle aree di competenza del nord, centro, sud e isole del Centro Studi costituito presso l'università telematica Niccolò Cusano, in linea con la centralità professionale.

«Questa assemblea», conclude il presidente dell'Inrl, «sarà anche l'occasione per richiedere a tutti i delegati il massimo personale impegno nell'opera di proselitismo che proprio in questo momento di svolta per la categoria, può determinare più rapidamente i futuri successi dell'Istituto e di conseguenza il proficuo sviluppo dell'attività professionale dei suoi iscritti». A completare i lavori dell'assemblea seguirà la delibera sul bilancio preventivo 2011 e la fissazione della quota associativa per il prossimo anno.

vota